Quantcast

Lazio, Bonafoni: legge invecchiamento attivo, al via nuova fase

Roma – “Oggi ho avuto il piacere di partecipare all’incontro pubblico organizzato dallo Spi Cgil Roma e Lazio ‘Gli anziani una risorsa per tutti’, per discutere del percorso della legge regionale sull’invecchiamento attivo approvata dall’unanimità del Consiglio regionale del Lazio lo scorso 20 ottobre.”

“Un’occasione importante, di restituzione del fruttuoso lavoro portato avanti con i sindacati dei pensionati, i centri anziani, le studentesse e gli studenti e il Terzo settore, nei mesi più difficili della pandemia, quando la proposta di legge per rimettere la cosiddetta Terza età finalmente al centro delle nostre comunità non come peso ma come risorsa, si era fatta urgente e prioritaria”

“Voglio ringraziare lo Spi Cgil e tutte le organizzazioni sindacali, che hanno permesso alla Regione Lazio di comprendere la necessità di mettere in campo su questa materia un cambio di passo, culturale e politico, che ha poi trovato in questa legge una leva formidabile.”

“Ma non è finita. Come giustamente ricordato nel corso dell’incontro, ora inizia la fase più sfidante, con l’istituzione del Tavolo della Terza età e del Piano operativo e la proposta di realizzare una road map per la gestione operativa dei progetti sui territori nell’ambito dei Piani di zona, attraverso la co-programmazione e la co-progettazione.”

“Sarà nostro preciso impegno, con la guida dell’assessora Alessandra Troncarelli, rilanciare una fase di interlocuzione tra Regioni, Comuni, Città metropolitane, Asl, sindacati, Terzo settore e rappresentanze di cittadinanza attiva, e monitorare l’andamento degli adempimenti per fare entrare a regime una legge quadro d’avanguardia nel panorama nazionale”. Così in una nota la capogruppo della Lista Civica Zingaretti al Consiglio regionale del Lazio Marta Bonafoni, prima firmataria della legge sull’invecchiamento attivo 16/2021. (Agenzia Dire)