Quantcast

Lega: basta zone franche, all’Eur ragazzo rapinato in casa

Più informazioni su

Roma- “Paura per un giovane, sequestrato e rapinato in casa nel quartiere Eur. Due rom armati di pistola e coltello in pieno giorno sono riusciti a farsi aprire la porta e dopo avergli puntato le armi alla gola lo hanno rinchiuso in uno sgabuzzino e derubato.”

“Per convincere il giovane a farsi aprire il portone di casa, i due rom hanno finto di essere corrieri e di dover fare una consegna nello stabile. Una volta entrati, i due lo hanno picchiato e minacciato con una pistola puntata alla testa e un coltello sotto la gola”. Lo dichiarano in una nota Maurizio Politi, capogruppo Lega in Assemblea Capitolina e responsabile regionale del Dipartimento Sicurezza, ed Eloisa Fanuli, dirigente Lega.

“Il giovane non aveva molti soldi in casa, e neanche oggetti di valore- si legge, ancora, nella ricostruzione della Lega- Nonostante questo, lo hanno immobilizzato legandogli la mani dietro la schiena utilizzando la cintura di un accappatoio e poi lo hanno rinchiuso in uno stanzino al buio.”

“Dopo il furto, i due sono scappati dall’appartamento con un bottino di 500 euro in contanti e un paio di orecchini di poco valore. Ormai, purtroppo questo genere di rapine sono all’ordine del giorno, e spesso sono soggetti similari a rendersene autori. Invece di pensare ad aiutare chi non dovrebbe aver diritto a nulla, bisogna pensare a punire severamente chi poi trova sempre rifugio nelle zone franche della Capitale”.

Più informazioni su