Quantcast

Lega, Bordoni: cimiteri, inadeguatezza contratti di servizio

Roma – “Ama, la drammatica situazione dei cimiteri capitolini passa anche dall’assoluta inadeguatezza del contratto di servizio sempre piu’ al ribasso e gia’ al secondo anno di vigenza e dalle precarie condizioni dei lavoratori.”

“Ancora una volta sono dovute intervenire le organizzazioni sindacali, in particolare come la Uiltrasporti, che non hanno abbandonato il tavolo di confronto fino all’ottenimento di un’apertura sull’immediato riordino delle modalita’ di lavoro in tutti i cimiteri capitolini da troppi anni abbandonati ad una gestione “piu’ individuale che ufficiale” carente tanto in trasparenza quanto nell’uniformita’ di standard delle procedure.” Cosi’ il vice presidente della Commissione Ambiente capitolina Davide Bordoni della Lega.

“I lavoratori cimiteriali non possono piu’ subire enormi carichi di lavoro mantenendo alto il senso di responsabilita’, il logoramento fisico e psichico sta prendendo il sopravvento cosi’ come i lavoratori interinali non possono piu’ essere chiamati ad intermittenza presso le strutture cimiteriali, rischiando come accaduto, il caos per mancanza di personale; la loro presenza e’ indispensabile per il supporto alle attivita’ di Ama nei cimiteri.”

“La municipalizzata, da tempo in difficolta’, deve necessariamente avvalersi di tutti gli strumenti di incentivazione al lavoro, anche atipico, previsti oggi dal governo: non sono sufficienti 20 interratori/seppellitori che arriveranno dal concorso pubblico, ne serviranno almeno un centinaio per intervenire in un’emergenza strutturale prima che sanitaria che ci obbliga ad eliminare la precarieta’ del lavoro in un contesto dove le procedure di sepoltura sono la priorita’”. Cosi’ in una nota il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier Davide Bordoni.