Quantcast

Lega, Bordoni: mezzi pubblici, controllori devono tornare per sicurezza di tutti

Roma, 28 mag. – “Non la conosco nei dettagli ma la vicenda che apprendo dalla stampa desta molta preoccupazione. Un 21enne armato di martello è salito su un bus danneggiando il mezzo pubblico e aggredendo due adolescenti.”

“Ha proseguito poi le violenze fino all’arrivo della polizia nella zona di via Gregorio VII, all’Aurelio: la frequenza con la quale si stanno ripetendo gli episodi di violenza nella Capitale è intollerabile e il controllo del territorio sembra ormai essere sfuggito di mano”. Così il consigliere capitolino della Lega Davide Bordoni.

Bordoni poi aggiunge: “Confidando che il nuovo Questore di Roma saprà intensificare i controlli di polizia in tutti i territori che ne hanno più bisogno, sempre più spesso le cronache raccontano di autisti aggrediti e malmenati: una situazione a cui all’insicurezza si associa il degrado, dovuto all’incapacità da parte del Comune e delle società partecipate di garantire una rete di trasporti pubblici efficiente e regolare, perfino il banale funzionamento delle scale mobili.”

“Cosa fare per la sicurezza sui mezzi pubblici non solo per i cittadini ma anche per i lavoratori? Ad esempio far tornare a viaggiare i verificatori di Atac in metropolitana, sul tram, sugli autobus, non solo per i controlli sul possesso del titolo di viaggio da parte dell’utenza ma per maggiore sicurezza sia degli operatori del Tpl che dei passeggeri esposti ogni giorno al pericolo di violenze e aggressioni”.