Quantcast

Lega, Bordoni: Roma Metropolitane, città in sofferenza e Raggi perde tempo

Roma – “La stazione appaltante della Metro C al collasso e con la maggior parte dei dipendenti in cassa integrazione gli uffici restano chiusi quattro giorni su cinque. Ci vuole proprio un bel coraggio da parte degli esponenti della Giunta Raggi a parlare di progetti in tema di trasporti per la Capitale”. Così il consigliere capitolino della Lega Davide Bordoni.

Bordoni poi aggiunge: “L’azienda di progettazione e stazione appaltante di Roma Capitale non riceve commesse da sei mesi e se il Comune non approverà i bilanci 2019, 2020 il liquidatore sarà costretto a portare i libri in tribunale: un quadro di incertezza di prospettive che ha inficiato i servizi erogati dall’azienda e soprattutto umiliato le professionalità dei dipendenti.”

“Ed è inammissibile veder coinvolta l’Assemblea capitolina ancora una volta in modo frettoloso e superficiale ignara delle prospettive di Roma Metropolitane.”

“Davanti a questo quadro sconcertano il silenzio della sindaca Raggi e dell’assessore Lemmetti, le conseguenze ricadranno ancora una volta sui cittadini romani in attesa di opere e infrastrutture che non vedranno mai luce grazie alla ottusità e alla totale inesperienza i chi sta paralizzando l’intera città”. Così in una nota il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier Davide Bordoni.