Quantcast

Lega: Espellere istituto Metafora Saifip dal San Camillo

Più informazioni su

    Lega: Espellere istituto Metafora Saifip dal San Camillo –

    “Esprimiamo soddisfazione sul ritiro da parte dell’Ufficio scolastico Regionale del Lazio delle linee guida gender inviate alle scuole di ogni ordine e grado ma questo deve far riflettere sull’incompetenza e sulle modalità di affrontare determinate materie così delicate e pregne di ideologie. Appare alquanto bizzarro l’atteggiamento della Regione Lazio che, accusando il Ministero dell’Istruzione, si è limitata attraverso l’assessore D’Amato a diffidare l’Istituto Metafora (Saifip) per avere inviato il documento incriminato sulla varianza di genere all’Ufficio Scolastico Regionale, senza alcuna autorizzazione e con il logo dell’Azienda Ospedaliera San Camillo”. Così in una nota Fabrizio Santori e Monica Picca (nella foto), dirigenti regionali della Lega, che per primi hanno scovato il documento e denunciato la vicenda.

    “Ora ci attendiamo, oltre alle scuse ufficiali e l’assunzione di responsabilità, un provvedimento di espulsione delle stesse realtà che gestiscono il Servizio di Adeguamento tra Identità Fisica e Identità Psichica che ci risulta essere presente con un presidio all’interno della Piastra dell’ospedale San Camillo e il blocco di qualsiasi finanziamento pubblico se esistente”, attaccano i dirigenti leghisti.

    “Se vogliamo dirimere qualsiasi dubbio – conclude il comunicato – sul fatto che non possa essere stata tutta una coincidenza, proprio mentre in parlamento si discute il Ddl Zan, aspettiamo che il presidente Nicola Zingaretti intervenga seriamente sulla vicenda senza nascondersi come è suo solito fare nel momento in cui pensa di poter essere in difficoltà”.

    Lo dichiarano in una nota Fabrizio Santori e Monica Picca, dirigenti romani della Lega Salvini Premier.

    Più informazioni su