RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Lega Lazio: su ospedale Latina Regione Lazio si sveglia in ritardo

Più informazioni su

Roma – “La Regione Lazio si sveglia e mette in campo finalmente un impegno concreto per la realizzazione del nuovo ospedale di Latina presso Borgo Piave, ossia su un sito di proprieta’ regionale come indicato nella nostra mozione presentata ad inizio legislatura, dove dovrebbe sorgere la Roma-Latina, insieme alla bretella Cisterna-Valmontone, se Nicola Zingaretti prendesse una decisione anche alla luce del Consiglio straordinario richiesto sul futuro dell’opera e finora non convocato”. Cosi’ in una nota il capogruppo della Lega in Consiglio regionale del Lazio Orlando Angelo Tripodi, che aggiunge: “Un iter che si era interrotto incredibilmente nonostante il protocollo di intesa tra il Comune di Latina e l’Asl competente, sottoscritto il 24 giugno 2003, per la realizzazione del nuovo nosocomio attraverso un progetto di finanza, che riteniamo essere la strada corretta. In questi anni abbiamo subito soltanto tagli lineari: dalla chiusura dei nosocomi di Cori, Priverno e Sezze alla perdita dei posti letto (dai 720 nel 2000 ai circa 400 di oggi), dalla riduzione dell’offerta sanitaria con la rimodulazione dei Punti di primo intervento al fallimento delle Case della Salute ancora non realizzate o in alto mare, come quella di Sezze che ha subito persino un crollo diversi anni fa. Ora attendiamo i fatti, anche perche’ finora grazie alla Lega sara’ realta’ l’ospedale del Golfo attraverso i 75 milioni di euro confermati con l’intervento dell’ex sottosegretario Claudio Durigon al governo”, conclude il capogruppo regionale della Lega.

Più informazioni su