Quantcast

Lemmetti: grazie a riforma Roma rimarrà modello sviluppo per altre città

Roma – “Sono qui perche’ volevo imparare la parte legata alla formazione del nuovo statuto. Sono voluto rimanere perche’ non sono romano e volevo vedere come si traghetta una citta’ in questo percorso. Tutti i riferimenti che avete fatti sono corretti. Questa e’ la citta’ di Roma, lo statuto di Roma nasce da una base culturale nata nell’arco dei millenni: varcare il Raccordo anulare e’ varcare una dimensione culturale. Per questo il documento su cui la Giunta lavorera’ come se fosse la cosa piu’ importante non per la nostra consiliatura, ma per la salvaguardia dei valori culturali di questa citta’. La Giunta sara’ a disposizione in questo senso perche’ l’impianto culturale sopravvissuto per oltre duemila anni sia ancora da modello per le altre citta’”. Lo ha detto l’assessore al Bilancio di Roma Capitale, Gianni Lemmetti, in occasione della seduta straordinaria dell’Assemblea capitolina sullo status di Roma Capitale e relativi poteri e risorse. Questa, ha sottolineato Lemmetti, “e’ la citta’ modello dello sviluppo e della dimensione umana. Roma e’ l’unica citta’ che sta facendo da guida a tutte le altre, non ce ne accorgiamo perche’ la viviamo tutti i giorni e la viviamo con i suoi problemi e le sue contingenze. Vi assicuro, venendo da un’altra citta’, che tutte le citta’ vorrebbero essere Roma”.