Quantcast

Lemmetti: per attività colpite da Covid Tari entro 2021

Roma – “I cittadini e le attivita’ commerciali e imprenditoriali che hanno ricevuto pregiudizio economico dall’emergenza sanitaria Covid-19 potranno pagare la Tari, tassa sui rifiuti, entro il 2021 senza sanzioni e interessi. Inoltre chi e’ in condizioni di disagio economico e ha dovuto chiudere il proprio esercizio per le misure restrittive potra’ avvalersi di una riduzione sulla parte variabile della tariffa.”

“Abbiamo ritenuto necessario, in un momento di difficolta’ e di ripresa economica, sostenere quanti hanno sofferto la crisi, le famiglie e il tessuto produttivo della citta’. Il nostro pensiero va in particolare ai ristoratori e alle attivita’ alberghiere del centro storico, che devono far fronte alla riduzione delle presenze turistiche.”

“Questo provvedimento consentira’ di poter trattenere somme utili per mandare avanti le aziende. Qualche giorno fa ho incontrato Roberta Pepi, ristoratrice di Roma e portavoce dell’associazione ‘Roma piu’ bella’ e ‘Mio’ (Movimento Imprese Ospitalita’). Roberta con il suo locale ‘da Robertino’ porta avanti la storia familiare nella ristorazione di qualita’ e, in questo periodo, come tutte le imprese del centro storico sta subendo gli effetti del lock-down per i tempi piu’ lenti della ripresa nei centri storici delle citta’ d’arte.”

“Ho ritenuto importante ascoltare le difficolta’ che le attivita’ hanno e individuare insieme delle soluzioni utili di aiuto in questo momento. La non applicazione di sanzioni e interessi va in questa direzione. Quanti dall’opposizione a marca Pd sparano fuoco su questa amministrazione, hanno preso un abBaglio. Sono accecati dal gioco politico e dimenticano che abbiamo dovuto gestire partite non facili come l’incapacita’ di riscossione della tariffa negli anni 2003-2009 quando erano al governo della citta’.”

“Nonostante questo, grazie al lavoro fatto sui conti, siamo riusciti a garantire il sostegno alle categorie piu’ fragili e il pagamento entro il 2021 senza penalita’ del tributo, la cui determinazione segue il metodo tariffario rifiuti di cui alla deliberazione Arera, l’Autorita’ di Regolazione per l’Energia Reti e Ambiente.”

“Con le riduzioni statali per gli istituti scolastici e quelle locali, in particolare la lotta all’evasione e le sanzioni applicate ad Ama, il prelievo definitivo sara’ pari a 756 milioni di euro, in diminuzione rispetto ai 763 del 2019 e ai 771 del 2018. I trasferimenti governativi sulla tariffa sono pari a zero”. Cosi’ in un post su Facebook Gianni Lemmetti, assessore capitolino al Bilancio e alle Partecipate.