Quantcast

Lemmetti: per quinto anno diminuito prelievo Tari

Più informazioni su

Roma – “Diminuiamo il prelievo Ta.Ri. per il quinto anno consecutivo e raddoppiamo l’agevolazione per le categorie commerciali in difficoltà per il Coronavirus. Soprattutto, confermiamo, come l’anno scorso nel momento più difficile per l’emergenza Covid-19, la possibilità per i cittadini e le imprese di rinviare il pagamento al 2022 senza sanzioni e interessi”. E’ quanto fa sapere l’assessore capitolino al Bilancio, Gianni Lemmetti, sulla sua pagina Facebook.

“Con la delibera che abbiamo elaborato, come richiesto dalle norme statali, ora all’esame dell’aula- scrive Lemmetti- il prelievo definitivo 2021 della tassa sui rifiuti diminuisce a 749,6 milioni di euro, inferiore rispetto ai 756 milioni di euro del 2020. Una riduzione in continuità con gli anni precedenti: nel 2019 il carico sui cittadini era stato pari a 763 milioni e precedentemente a 771 milioni. Nel 2016 il peso era molto più elevato: 777,7 milioni di euro”.

“In particolare- spiega ancora-, con le agevolazioni previste quest’anno, per sostenere le categorie commerciali più in difficoltà economica per la pandemia – come bar, alberghi, ristoranti, cinema e discoteche – abbiamo previsto uno sconto automatico del 53,2% sulla parte variabile della tariffa utilizzando il ristoro statale per Roma Capitale stimato in 44,5 milioni di euro.”

“Avranno lo stesso abbattimento della tassa anche altre attività che hanno subito ripercussioni economiche per la pandemia, ma hanno un codice ateco più specifico e quindi non sono individuabili univocamente nella banca dati, dietro presentazione di un’istanza”.

“Per le famiglie più disagiate che hanno diritto al bonus gas, luce e acqua abbiamo inserito la massima agevolazione possibile- prosegue Lemmetti- l’esenzione dalla Ta.Ri. Una somma che vale 8,3 milioni di euro a supporto della città.”

“L’anno scorso la riduzione era del 20% sulla parte variabile della tariffa. Infine, la cosa più importante: tutti coloro, cittadini e imprese, che hanno continuato ad avere un pregiudizio economico per l’emergenza da Coronavirus, potranno effettuare il pagamento entro il 15 dicembre 2022 presentando un’istanza entro il 31 dicembre 2021”.

Più informazioni su