Quantcast

Leonori-Alfonsi: ‘Festa della vita’ è nuovo attacco alle donne

Roma – “Non c’e’ alcun bisogno di dichiarare Roma citta’ per la vita, perche’ lo e’ gia’. Strumentalizzare la vita e’ sbagliato. Ed e’ sbagliato strumentalizzare Roma, oggi che e’ in campo un lavoro condiviso di riforme per la Capitale.”

“Ancora piu’ grave e’ che sia stata presentata una proposta da votare in Assemblea Capitolina firmata da consigliere e consiglieri comunali di Lega e Fratelli d’Italia che propongono di istituire una Festa della Vita, fondi da elargire alle donne purche’ non abortiscano, addirittura modificando lo statuto di Roma Capitale per inserire una vocazione alla vita dell’ente.”

“Non esistono persone pro e persone contro la vita, si tratta di un uso volutamente capzioso delle parole e delle immagini, fatto da una politica oscurantista che ancora una volta attacca le donne. Ci siamo gia’ trovate a dover far rimuovere manifesti aggressivi e lesivi dei diritti delle donne, riguardo la scelta di interrompere una gravidanza.”

“Abbiamo dovuto assistere alla strumentalizzazione estrema e orrifica di portachiavi a forma di feto abortito. Tutto questo non e’ piu’ tollerabile.”

“Diritti, parita’, liberta’ e autodeterminazione sul proprio corpo e sulle proprie scelte di vita sono le battaglie e gli obiettivi che come collettivita’ dobbiamo porci, per abbattere le disuguaglianze di genere, la violenza, le disparita’ strutturali che ancora caratterizzano il nostro Paese. Roma e’ una citta’ fondata sulla tolleranza, l’inclusione, il rispetto delle persone: appunto, sulla vita”. Cosi’ in una nota la consigliera regionale Marta Leonori e la presidente del Municipio Roma I Centro Sabrina Alfonsi.