Quantcast

Leu, Fassina: difficile vedere 50mila votanti a primarie

Roma – “50mila votanti alle primarie? E’ più o meno il numero di partecipanti di 5 anni fa, ma ora siamo in una fase molto diversa e quel numero non è facilmente raggiungibile perché veniamo dalla fase del covid, c’è ancora esitazione. Dobbiamo impegnarci a spiegare perché è importante votare alle primarie.”

“Chiedo a tutti i cittadini che si riconoscono nel centrosinistra di partecipare il 20 giugno alla scelta dei candidati, anche dei municipi, perché se scegliamo candidati di qualità avremo maggiori possibilità di vincere la partita ad ottobre”. Così Stefano Fassina, deputato di Leu e candidato alle primarie del centrosinistra per Roma, intervenuto nella trasmissione “Restart 264” condotta da Aurora Vena su Cusano Italia Tv.

Su Calenda. “Calenda ha scelto di non partecipare alle primarie, è un errore secondo me perché in questa fase magari ha più visibilità, ma rischia che la sua corsa solitaria non porti da nessuna parte e anzi aiuti avversari comuni che stanno a destra” ha affermato Fassina.