L’invasione dei camion bar. I commenti

Più informazioni su

    «Spadroneggiano nella zona del Colosseo ma anche a ridosso di Piazza San Pietro e delle zone archeologiche. Occupano senza problemi le aree di sosta riservate ai disabili, le strisce pedonali, gli angoli più suggestivi di Roma all’ombra dei monumenti. Soni i camion bar, la cui avanzata sembra inarrestabile». Lo scrive Laura Bogliolo sul Messaggero. «Dall’assessorato al commercio – prosegue Il Messaggero – si limitano a confezionare una promessa fotocopia di quella spesa, dallo stesso assessorato, ai tempi di Veltroni: ‘Cambieremo l’aspetto di questi camion bar’. Ma di regole più severe e di tutela dei monumenti di Roma nemmeno si parla più. Si arriva al caso limite del Clivo Argentario: neppure il divieto della Sovrintendenza ha fermato il passaggio del camion bar. I residenti del centro storico protestano e si chiedono: ‘Come è possibile che tutto questo venga tollerato? Perché nessuno interviene per far rispettare le regole?’»

    «Roma non può diventare la Capitale dell’abuso e il luogo dove si tollerano le irregolarità. Ma è questa l’immagine che i tanti turisti che affollano la città rischiano di riportare a casa, soprattutto in questi giorni di festa. E mentre l’amministrazione capitolina pensa a fare cassa tassando i visitatori, dimentica le regole fondamentali dell’ospitalità e »chiude un occhio«: sono ormai troppe le situazioni illegali tollerate e i disservizi che i cittadini sono costretti a sopportare. Basti pensare solo ai tanti camion ambulanti che sostano all’ombra dei monumenti, deturpando il panorama, a volte per giunta occupando le soste riservate ai disabili. Purtroppo il sindaco Alemanno è troppo occupato a pensare a fantomatiche iniziative che non vedranno mai la luce, e pare non aver tempo per occuparsi dei veri problemi dei cittadini». Lo dichiara in una nota il segretario del Pd Roma, Marco Miccoli.

    «Grazie alla giunta Alemanno questa città si sta trasformando sempre più in un vero e proprio suk e i camion bar, sparsi per le vie del centro e nelle zone più turistiche di Roma, ne sono l’emblema. Sempre più impegnato nella politica degli annunci, il sindaco non riesce a dettare le regole che permetterebbero ai cittadini di vivere in una città moderna, pulita e all’altezza degli standard di altre capitali europee. In attesa di una regolamentazione chiara sulla materia, che limiti i danni che i camion bar arrecano all’immagine e spesso al patrimonio artistico e culturale di Roma, ci auguriamo che non accada quanto già successo nel settore della cartellonistica, dove in attesa di nuove norme il numero dei cartelloni è triplicato da 20mila a 60mila». Lo dichiara in una nota il consigliere comunale PD, Massimiliano Valeriani.

    Più informazioni su