Quantcast

Lista Calenda, Carpano: fusione Ama-Acea, Gualtieri deve prendere coraggio

Roma – “L’Ama ha bisogno di efficienza. E dalla sua fusione con Acea ne beneficerebbero sia la città che i lavoratori. Ne parliamo da un anno. Da un lato si porterebbero in Ama maggiori capacità di progettazione degli impianti, cruciali per uscire dall’emergenza rifiuti.”

“Basti pensare che l’ultimo impianto è stato collaudato da Ama 13 anni fa, nel 2008. Dall’altro si otterrebbe un’organizzazione aziendale più efficiente grazie alla trasparenza nei confronti del mercato, che premierebbe merito e competenze dei lavoratori”. Lo dichiara in una nota il consigliere capitolino della Lista Calenda, Francesco Carpano, in merito all’apertura del segretario della Cgil Roma e Lazio alla creazione di una multiutility romana.

Per Carpano “i modelli sono i gruppi A2A e Iren di Milano e Torino. Ma a Roma da sempre i sindacati sono contrari, e i partiti finora gli sono andati dietro. Mi auguro che adesso, di fronte all’apertura della Cgil, il sindaco Gualtieri prenda coraggio e compia questa scelta strategica per il futuro della città”. (Agenzia Dire)