Quantcast

Lista Calenda, Nanni: pochi controlli su cavi stradali e manto in perenne dissesto

Più informazioni su

Roma – “A Roma è necessario e urgente aumentare i controlli sugli interventi di manutenzione stradale, in particolare sul rifacimento del manto stradale dopo l’apertura di cavi sulle reti dei servizi o per interventi di varia necessità”. Così un un comunicato Dario Nanni, consigliere della Lista Civica Calenda e membro della commissione LL.PP.

“Oltre ad indicarmi la precaria condizione di diverse strade, molti cittadini mi segnalano che dopo l’apertura di cavi stradali, le pavimentazioni vengono risistemate parzialmente e non a regola d’arte. Da Via Caltagirone a Viale Europa, da Via De Ferrari a Via di Tor Sapienza, l’elenco è lunghissimo.”

“Ricordo che il regolamento sui cavi stradali prevede: ‘una più esaustiva e aggiornata disciplina tecnica dell’esecuzione di lavori che assicuri all’Amministrazione la restituzione della strada in condizioni di durabilità e comfort ottimali, provvedendo, in casi specifici, al ripristino della pavimentazione dell’intera carreggiata’.”

“Inoltre all’amministrazione spetta anche ‘la definizione puntuale dei controlli da effettuarsi per l’accertamento della regolare esecuzione dei lavori’. Ne deriva che il parziale ripristino o l’intervento non a norma dei cavi stradali è il motivo principale dell’apertura di buche e fessurazioni sul manto stradale.”

“Infine, tengo a sottolineare la necessità di una puntuale programmazione di questi interventi che andrebbero gestiti evitando continuie aperture e chiusure sull’asfalto. Conclusa la fase di discussione e approvazione di bilancio- annuncia Nanni- chiederò un’audizione in commissione lavori pubblici dell’assessorato e del dipartimento Simu per fare chiarezza su queste criticità”. (Agenzia Dire)

Più informazioni su