Litigio tra Pacetti e Ficcardi: sito già scelto e lei lo sa, inutile che strilli

Roma – Una lite furibonda dai toni molto accesi nell’anticamera dell’aula Giulio Cesare tra il capogruppo del M5S, Giuliano Pacetti e la consigliera pentastellata Simona Ficcardi, contraria alla linea ‘attendista’ della maggioranza sul tema rifiuti. Tra i due sono volate parole grosse, e le grida del capogruppo sono arrivate fino alle orecchie dei consiglieri intenti, in una pausa dell’Aula, a prendere un caffe’ in bouvette.

“Il sito e’ gia’ stato scelto e lei gia’ lo sa… Nel quattordici…”, urla Pacetti. “Ma lei (la sindaca Virginia Raggi, ndr) dice ‘non lo faccio con l’ordinanza, lo faccio solo con il Piano rifiuti approvato’ e ci chiede di approvare l’odg (quello, poi approvato, che impegna la sindaca a ricorrere al Tar contro l’ordinanza della Regione, ndr) e lei (Ficcardi, ndr) strilla, strilla”.

Fonti della maggioranza, pero’, smentiscono una qualsiasi scelta gia’ avvenuta sul sito per l’eventuale realizzazione di un impianto per lo smaltimento dei rifiuti a Roma: “Non e’ stato scelto alcun sito- fanno sapere- Tra i quattro siti, a fronte comunque del nuovo Piano rifiuti, ricompresi nella carta delle aree bianche della Citta’ metropolitana, ci sono indicati anche tre siti in XI Municipio e uno in XIV”.