RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Lombardi (M5S): “Sgombero Casamonica?Ora tutti inseguono il M5S”

Più informazioni su

Lombardi (M5S): “Voragine Pontina? Le forze politiche non hanno la decenza di tacere neanche di fronte a certe tragedie, la realizzazione della Roma-Latina non c’entra assolutamente nulla con la messa in sicurezza della Pontina. Sgombero Casamonica?

Sono contenta che adesso tutti rincorrano il M5S su questi sgomberi. Voglio ricordare che Zingaretti è già stato Presidente della Regione negli scorsi anni e le ville abusive dei Casamonica già c’erano.

La Raggi è stata coraggiosa a fare una demolizione che si aspettava da 30 anni, le va dato atto di questo. Mozione di sfiducia Zingaretti? Motivazioni risibili, ma noi siamo pronti a votarla, bisogna vedere se il centrodestra ha davvero la volontà di far crollare questa giunta”

Roberta Lombardi, capogruppo M5S in Regione Lazio, è intervenuta ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta” condotta da Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Questa sera, in occasione del Monday Reading, l’appuntamento letterario-gastronomico organizzato dal ristorante Titta al 162, Lombardi leggerà Bettino Craxi. “Ho deciso di accettare perché mi hanno spiegato che mi avrebbero fatto leggere qualcosa in contrapposizione con me e la mia forza politica –ha spiegato Lombardi-. Questa cosa mi aveva molto stuzzicato, perché penso non si debba mai avere paura di quello che è diverso da noi, è un’occasione per crescere. Quando mi hanno detto che avrei dovuto leggere il discorso di Craxi, sono andata a leggermi gli interventi di Craxi in Parlamento e al processo Mani Pulite e ho scoperto che sarebbe fondamentale che tanti della mia generazione andassero a capire quali sono le origini del problema della mancanza di etica nella nostra politica. E che sono poi il motivo per cui è nato il M5S. Proprio Mani Pulite mi convinse che volevo rimanere lontana dalla vita politica dei partiti perché la vedevo come una cosa sporca con cui non mi volevo immischiare. Invece fu un atteggiamento sbagliato, noi di quella generazione ci saremmo dovuti impegnare ancora di più perché figli di una politica pessima. Certo, adesso che siamo passati per la seconda repubblica, ci viene da dire: ridatece la prima. Ai tempi di Craxi le scelte di politica interna e estera sono ricadute sulle generazioni successive, anche in termini di esplosione del debito pubblico. C’era benessere, possibilità di ascensore sociale, cosa che adesso è completamente bloccata. Craxi è stato l’unico ad avere la fermezza di ammettere in aula quello che accadeva, mi ha stupito la disinvoltura con cui si ammetteva che la politica violasse le leggi che si era data. La storia gli ha dato ragione quando disse che tutti i partiti erano responsabili. Il pericolo c’è anche per il M5S. Il pericolo è diventare come le altre forze politiche, non pensare più a chi devi rappresentare ma solo a prolungare la tua esperienza politica. Dobbiamo applicare a noi stessi un’attenzione e un rigore morale per evitare gli errori fatti dai partiti”.

Riguardo la voragine sulla Pontina. “Vedo con dispiacere che le forze politiche non hanno la decenza di tacere neanche quando ci sono delle vittime e succedono delle cose del genere –ha affermato Lombardi-. La realizzazione della Roma-Latina non c’entra assolutamente nulla con la messa in sicurezza della Pontina. Secondo noi quell’opera è inutile perché vecchia e non serve più, quelle risorse dovrebbero essere impiegate per mettere in sicurezza la Pontina”.

Oggi Zingaretti e Salvini presenti durante lo sgombero di una villa di Casamonica. “Sono contenta che adesso ci sia questa rincorsa all’abbattimento di quelli che sono monumenti dell’illegalità a Roma. La corsa è iniziata dal M5S, poi gli altri rincorrono. Voglio ricordare che Zingaretti è già stato Presidente della Regione negli scorsi anni e le ville abusive dei Casamonica già c’erano. La Raggi è stata coraggiosa a fare una demolizione che si aspettava da 30 anni, le va dato atto di questo. Dicono che non sopporto la Raggi? Io sono schietta, dico sempre quello che penso. Alla gente che gli frega se io, la Raggi, Di Battista e la Taverna andiamo d’accordo? L’importante è che lavoriamo bene”.

Su Salvini in ascesa nei sondaggi rispetto al M5S. “C’è una tendenza giornalistica ad accendere i riflettori sul personaggio Salvini. I sondaggisti registrano che c’è una crescita delle persone che non rispondono ai sondaggi, secondo me quelle sono le persone che nei prossimi mesi valuteranno il lavoro fatto da questo governo. Finora i provvedimenti più impattanti li ha fatti il M5S. Vediamo nei prossimi mesi le cose che saranno fatte e come le valuteranno i cittadini”

Sulla mozione di sfiducia presentata dal centrodestra contro Zingaretti. “E’ un teatrino all’interno del centrodestra che serviva a ricompattare un centrodestra che in regione va un po’ per conto suo. La mozione si basa su motivazioni risibili. Che Zingaretti non fosse presenti ai consigli regionali non è una novità perché mi hanno detto che non ci andava neanche nella scorsa legislatura. Noi non stiamo la stampella di nessuno, se c’è da votare una mozione di sfiducia la votiamo, ma ora il cerino sta in mano a loro, hanno davvero la volontà di far crollare questa giunta?”

Riguardo il suo futuro. “Ho raggiunto il limite dei due mandati quindi non mi ricandiderò quando terminerà la legislatura in Regione –ha dichiarato Lombardi-. Continuerò a impegnarmi nella politica nella mia quotidianità, fuori dalle istituzioni”.

Più informazioni su