RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Lotti (Pd): nessun paracadute: corro solo in uninominale

Più informazioni su

Roma – Questo quanto apparso sul profilo Facebook del ministro dello Sport, Luca Lotti: “Le liste del Partito Democratico per le prossime elezioni politiche sono ormai ufficiali. Io correrò nel collegio uninominale 4 in Toscana, che comprende Empoli e altri 15 comuni (Bagno a Ripoli, Barberino Val d’Elsa, Capraia e Limite, Castelfiorentino, Cerreto Guidi, Certaldo, Figline e Incisa Valdarno, Greve in Chianti, Montelupo Fiorentino, Montespertoli, Quarrata, Rignano sull’Arno, San Casciano in Val di Pesa, Tavarnelle Val di Pesa, Vinci). Non sarò in nessun listino proporzionale, quello che i giornalisti chiamano ‘paracadute'”.

Dunque, aggiunge, “la mia candidatura è solo nel collegio che racchiude il territorio che mi ha visto nascere, crescere e dove ho iniziato a fare politica dai banchi del Consiglio Comunale. È una parte di Toscana alla quale sono legato profondamente e dove in questi 5 anni di legislatura e di incarichi governativi ho lavorato per mantenere gli impegni presi nella campagna elettorale del 2013”.

“A chi pensa che l’esito nel mio collegio sia ‘scontato’- prosegue- vorrei dire che non e’ affatto così. Nulla in una competizione elettorale può essere dato per certo. Ma penso che in questo passaggio, come sempre nella vita, i risultati arrivino solo con il quotidiano lavoro, serio e costante. Ho un ottimo esempio: mio nonno mi ha insegnato a sporcarmi le mani con la ‘mota’ tipica del lavoro degli artigiani. E in questa campagna elettorale ho intenzione di stare ancora di più a contatto con la mia comunità per ascoltare e capire le reali esigenze del territorio”.

“Vi terro’ costantemente aggiornati- dice ancora Lotti-.
Intanto, per chi avesse voglia di dare una mano, vi anticipo che nelle prossime ore sarà online un sito per raccontare le nostre attività e raccogliere suggerimenti, idee e, perché no, anche eventuali critiche. E ora si comincia davvero, buona campagna elettorale a tutti noi!”.

Più informazioni su