Quantcast

Lozzi: Stadio della Roma, Amministrazione deve anticipare indicando aree previste da Prg come Tor Vergata e Magliana

Roma – Monica Lozzi, Presidente del VII Municipio e candidata Sindaco di Roma Capitale ha rilasciato le seguenti dichiarazioni a Gli Inascoltabili su Nsl Radio.

“Le istituzioni devono tornare ad essere coloro che guidano l’azione sul territorio e devono dare degli indirizzi seri e precisi. Un sindaco di Roma dovrebbe fare solo una cosa dato che non si tratta solo dello stadio della Roma perché arriverà anche quello della Lazio, noi abbiamo già da piano regolatore delle aree dedicate come Tor Vergata oppure Magliana G.R.A., il compito di un’amministrazione è dire quali sono le aree idonee e mettere a disposizione le giuste cubature, dire che si può fare solo il commerciale relativo all’indotto dello stadio e indicare potete fare lo stadio o in questa area o in quest’altra oppure in quest’altra ancora.”

“A Tor di Valle invece e mi dispiace, si voleva fare una speculazione, dove c’era un’edificazione commerciale e residenziale che non c’entrava nulla con lo stadio, bisognava salvare dei terreni e chi c’era dietro a quei terreni.”

“L’amministrazione deve tornare ad essere quella che da le linee di indirizzo, la questione stadio è in piedi non da nove anni ma dal sindaco Petroselli: bisogna anticipare i progetti, senza giocare di rimessa, indicando le aree sulle quali si può fare lo stadio e poi aspettare i progetti. Su Roma ci sono aree già predisposte, correre dietro a progetti sui quali non si può tornare indietro fa fare brutta figura all’amministrazione”

“L’amministrazione tagliando le cubature per fare lo ‘stadio fatto bene’ aveva già accettato l’onere di fare alcune opere pubbliche anche abbastanza importanti ora probabilmente dovrà farle tutte”

“Elezioni? Alcune voci di corridoio dicono che dovrebbero essere spostate a Ottobre perché il piano vaccinale va a rilento. Roma è una vetrina e tutti si candidano a Sindaco, anche chi non ha idee, i presidenti del municipio però non vengono mai ascoltati perché la politica oggi si fa con quelli “fighi” che vanno in televisione, io mi auguro che i candidati abbiano delle proposte concrete per dare una speranza alla città”