Lucha y Siesta: battaglia continua, Regione Lazio rinnova impegno

Roma – “Ieri la Regione Lazio, attraverso una delibera di giunta, ha confermato lo stanziamento per l’offerta cauzionale per l’asta dell’immobile dove ha sede la Casa delle Donne ‘Lucha y Siesta’.”

“Apprendiamo la notizia con soddisfazione, perche’ e’ frutto della determinazione di ‘Lucha y Siesta’ e della lungimiranza di chi nelle istituzioni regionali ha compreso l’importanza dell’esperienza, avviando e mantenendo un’interlocuzione aperta”. Cosi’ in una nota stampa la Casa delle Donne ‘Lucha y Siesta’ a Roma.

“L’asta prevista per il 1 marzo 2021 ha da oggi un’offerta concreta, ma la battaglia e’ ancora lunga- continua la nota- Abbiamo imparato in questi anni che ci sono molte insidie nel costruire una comunita’ solidale, rappresentate spesso dalla lentezza della burocrazia o dagli stalli amministrativi. Avremo vinto quando il progetto ‘Lucha y Siesta’ sara’ salvo e verra’ finalmente riconosciuta e stabilizzata questa esperienza irrinunciabile per la citta’.”

“Un’esperienza che sta affrontando anni travagliati e difficili, non solo a causa della pandemia, ma per tutte le vicende che l’hanno attraversata, dalla messa all’asta al minacciato distacco delle utenze, fino alla cosiddetta ‘ricollocazione’ violenta delle donne e dell3 bambin3 che la abitavano.”

“Una precarieta’ costante e ormai insopportabile che pero’ non ci impedisce di proseguire. La nostra battaglia continua, un passo dopo l’altro, per la salvaguardia di ‘Lucha y Siesta’ e per il superamento della violenza di genere nelle vite di ognuna e ognuno e nella societa’ intera”, concludono le attiviste.