Quantcast

M5S, Calenda: assenze in Campidoglio, Calenda si vergogni

Roma – “Calenda invece di preoccuparsi del seggio vacante alla Camera dei deputati lasciato da Roberto Gualtieri a Roma e di attaccare il MoVimento 5 Stelle si dovrebbe vergognare per le assenze in Campidoglio. E’ venuto in Aula Giulio Cesare i primi giorni per farsi vedere e poi è scomparso dai radar, sia del consiglio che delle commissioni.”

“L’ex ministro dello Sviluppo economico oltre a collezionare una sfilza di fallimenti ha raccolto più di un milione e mezzo di euro in un anno di donazioni: praticamente gli sono servite a farsi una grande pubblicità e basta, perché di lavorare per Roma non se ne parla proprio!”

“Prima ha preso i voti fingendosi contro tutti, poi gli sono bastati due mesi per ritrovarsi mezzo partito in Campidoglio ai piedi della maggioranza. E’ il nuovo Arsenio Lupin della politica, bravissimo a rapinare il voto e il mandato dei cittadini”. Così in una nota il vicepresidente dell’Assemblea capitolina, Paolo Ferrara (M5s). (Agenzia Dire)