Quantcast

M5S, Diaco: osp, giunta Gualtieri opprime esercenti in difficoltà

Roma – “Piena solidarietà ai tanti ristoratori del Centro Storico che, a partire dal 1 luglio, saranno costretti a smontare i dehors installati durante la pandemia nonostante gli effetti della crisi siano tutt’altro che un lontano ricordo.”

“Una decisione, quella adottata dalla Giunta capitolina con apposita delibera, che non tiene conto dell’enorme momento di difficoltà in cui versano ancora oggi ristoranti, bar, pizzerie e gelaterie e che rischia di provocare un irreversibile ‘effetto domino’ fatto di chiusure, fallimenti e migliaia di licenziamenti, con evidenti ripercussioni sull’intera città.”

“L’unico provvedimento utile in tal senso è quello proposto dal M5S, consistente nella proroga dell’osp fino a dicembre 2022. Un modo per consentire alle attività di ‘rifiatare’ sotto il profilo finanziario e di riprendersi da un biennio di crisi senza precedenti. Del resto, l’esenzione del canone osp per permettere agli operatori di affrontare con più tranquillità la crisi da covid era stata decisa proprio dall’Amministrazione Raggi.”

“Ora più che mai, mostrarsi rigidi a priori sarebbe controproducente. Eliminare l’occupazione di suolo pubblico proprio ora che gli esercenti iniziavano a ‘rialzare la testa’ sa di carognata nei confronti di un settore, quello della ristorazione, che andrebbe supportato anzichè vessato ulteriormente con misure che appaiono inspiegabili”. Lo dichiara, in una nota, il consigliere capitolino M5S Daniele Diaco. (Agenzia Dire)