Quantcast

M5S, Diaco: peste suina non sia pretesto per abbattimento selvaggio cinghiali

Roma – “Il problema della peste suina va affrontato con la giusta attenzione e con le dovute precauzioni. Tuttavia, il rischio che questo fenomeno possa giustificare l’abbattimento indiscriminato dei cinghiali è molto alto e va scongiurato.”

“Del resto, il precedente della Liguria, dove la peste suina è presente già dallo scorso novembre senza che a ciò conseguisse la zona rossa o gli abbattimenti generalizzati, è un chiaro esempio di come una prassi così violenta come quella adottata dall’Amministrazione Gualtieri sia tutt’altro che necessaria.”

“L’auspicio è che l’Amministrazione ascolti maggiormente le associazioni animaliste e inizi a valutare forme di contenimento più etiche e meno brutali nei casi in cui non sussista un reale pericolo infettivo.”

“Non è con gli abbattimenti continui che risolveremo il fenomeno degli ungulati, ma solo adottando efficaci forme di contenimento rispettose del loro benessere e della loro incolumità. Dal canto mio, nella giornata di oggi ho effettuato una richiesta di accesso agli atti presso le Asl competenti per far luce sulla questione attuale”. Così in un comunicato il vicepresidente della Commissione Ambiente Daniele Diaco. (Agenzia Dire)