Quantcast

M5S: per didattica a distanza va superato gap digitale

Roma – “Le azioni messe in campo dalla Regione per fronteggiare l’emergenza, come il bonus connettivita’ e il bonus affitti, rappresentano un primo passo per assicurare l’effettivita’ del diritto allo studio nella nostra Regione, ma serve rispondere fin da subito al problema del digital divide per tutti quei ragazzi che non hanno a disposizione gli strumenti o una connessione adatta per seguire le lezioni a distanza. Questo il punto focale emerso nel corso della Commissione Lavoro, formazione, politiche giovanili, pari opportunita’, istruzione, diritto allo studio che oggi ha visto la partecipazione delle associazioni degli studenti.

“Proprio per superare il divario digitale- ha sottolineato il consigliere Loreto Marcelli- si potrebbe pensare ad un intervento della Regione per spingere i Comuni ad allestire spazi idonei dove gli studenti possano essere ospitati in sicurezza per la fruizione della didattica a distanza, e per consentire agli universitari il sostenimento degli esami in videoconferenza.”

“Auspicabile anche la possibilita’ di visitare le mense universitarie e gli alloggi universitari in modo da individuare celermente le criticita’ che le associazioni degli studenti hanno evidenziato, in modo da porvi rimedio, soprattutto in questo momento di particolare difficolta’ per i fuorisede e le loro famiglie. La presenza in Commissione della rappresentanza studentesca all’interno del DiSCo, ente regionale per il diritto allo studio, ha dimostrato, qualora ce ne fosse bisogno, quanto sia importante l’ascolto per una efficace analisi della situazione e la conseguente risposta ai problemi”. Cosi’ in un comunicato il Gruppo Consiliare M5S alla Regione Lazio.