Quantcast

M5S Roma: Calenda ci riprova, bufala che Tari Roma è più alta d’Italia

Roma – “Ormai è chiaro che i dati ufficiali non piacciono né a Carlo Calenda né, tantomeno, al Partito Democratico. Prima la batosta ricevuta in diretta, durante la trasmissione DiMartedì, in cui Floris ha spiegato al povero Calenda che, nonostante le sue descrizioni a tinte fosche, l’agenzia di rating internazionale Standard&Poor’s ha dichiarato che i conti di Roma sono nettamente migliorati con l’Amministrazione Raggi.2

“Adesso, non contento, Calenda ci riprova: si appropria dei dati fasulli del PD e confeziona una vera e propria bufala, spiegando ai romani che la Tari di Roma è la più alta d’Italia.”

“A smentirlo, questa volta, ci pensa il Dossier Rifiuti Urbani prodotto dall’Associazione CittadinanzAttiva nel 2020, grazie a uno studio finanziato dallo stesso Ministero dello Sviluppo Economico.”

“Come potete ben vedere dalle grafiche, Roma non rientra nemmeno tra le prime 10 città in cui si paga di più e, con i suoi 389 euro, è allo stesso livello di Comuni ben più piccoli. Però non è solo colpa di Calenda.”

“Si è limitato a cavalcare le fake news del Partito Democratico romano, che di fatto accusa sé stesso: sostiene – ed è falso, come abbiamo dimostrato che a Roma si paga di più delle altre città italiane perché non ci sono impianti sufficienti, ma non dice che gli impianti dovrebbe prevederli la Regione Lazio di Zingaretti. Capolavoro”. Così in un post su FaceBook il M5S di Roma.