Mammì: Regione Lazio non ha partecipato ad asta immobile

Roma – “Voglio condividere con voi un aggiornamento su Lucha y Siesta, perche’ penso rappresenti bene la differenza tra ‘annuncite’ e politica. Ricordate? Mentre gli altri si prodigavano in parole accalorate, prese di posizione, annunci roboanti, nella corsa ad occupare i titoli dei giornali… Il Comune era solo, il solo, a lavorare per mettere in sicurezza le donne che occupavano l’immobile Atac di via Lucio Sestio, che sarebbe presto andato all’asta per il concordato. Ora, l’asta c’e’ stata la scorsa settimana. E indovinate? È andata deserta. Non ha partecipato nemmeno la Regione Lazio…”. Cosi’ su Facebook Veronica Mammi’, assessore al Sociale di Roma Capitale.

“Eppure ricordo bene i rappresentanti regionali tesi nello sforzo eroico di sbracciarsi, per annunciare che avrebbe partecipato all’asta per ‘salvare’ l’immobile… prenderlo, con tutte le donne dentro… vincere l’asta sembrava praticamente cosa fatta… e invece, all’asta non si sono proprio presentati- ha aggiunto Mammi’- In quelle stesse settimane di annunci, il Comune ‘cattivo’ lavorava – concretamente – per dare delle alternative abitative alle donne e ai loro bambini, prima che l’immobile fosse venduto all’asta”. “Metterle al sicuro, prima dell’incertezza della vendita: questa era la nostra priorita’, questo il nostro impegno, portato avanti in una lotta contro il tempo- ha concluso Mammi’- Questi sono i fatti. Che ci incoraggiano ogni giorno ad andare avanti”.