Marzetti: Regione Lazio deve usare poteri Dpcm per accelerare bando internet

Roma – “Siamo in ritardo perche’ la scuola e’ iniziata da un mese e mezzo. Ma il problema non e’ tanto il mese e mezzo, anche se tutti sapevamo che ad ottobre le scuole avrebbero potuto avere problemi, quanto il fatto che per il nuovo bando, che l’assessore dice sara’ pronto la settimana prossima, rischiamo di arrivare a gennaio o febbraio tra tempi tecnici e assegnazioni. E questo non e’ tollerabile.”

“Chiedo, quindi alla Regione, sulla base dei poteri che conferisce il Dpcm, di velocizzare i tempi. Non si puo’ aspettare nemmeno un minuto quando ci sono di mezzo la scuola e i minori”. Cosi’ Jacopo Marzetti, garante dell’infanzia e dell’adolescenza della Regione Lazio, nel corso di un’audizione alla commissione regionale per il Diritto allo studio, parlando del bando regionale per potenziare la connessione internet nelle scuole.

“Colgo con piacere- ha aggiunto Marzetti- la volonta’ di fare l’incontro richiesto con l’ufficio del garante dei minori. Spero possano essere presenti anche il presidente Zingaretti e l’assessore D’Amato”.