RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Massimina, Rocca (FdI-AN): vicino ai cittadini no al centro di accoglienza

Più informazioni su

Massimina – “Esprimo tutta la mia vicinanza ai cittadini di Massima e Casal Lumbroso che sono scesi in piazza per dire no all’ennesimo centro di accoglienza nella nostra città” lo dichiara in una nota Federico Rocca dirigente nazionale di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale..

Massimina, Rocca (FdI-AN): vicino ai cittadini no al centro di accoglienza

“La Prefettura nei giorni scorsi ha dato l’ok per l’apertura di un nuovo centro nell’edificio che ospitava l’ex scuola di Polizia per accogliere 500 immigrati, sul quale stiamo svolgendo verifiche d’idoneità.

Federico Rocca

Federico Rocca

Questa storia deve finire, siamo stanchi di finanziare il business dell’accoglienza che non solo non da risposte ai problemi legati all’immigrazione ma crea disagi e tensioni in diversi quartieri della città. E’ ormai noto che la maggior parte di queste persone non ha diritto allo status di rifugiato o richiedente asilo, pertanto, restano qui in Italia per quasi 3 anni a spese nostre prima che termini l’iter per accertare se hanno diritto o no. L’80% delle domande viene respinto mentre l’Italia è stata abbandonata a se stessa davanti a un’invasione di massa.

I leader europei che domani a Roma celebreranno i 60 anni della nascita dell’Unione dovrebbero vergognarsi e invece brinderanno alla faccia del popolo italiano e questo grazie al nostro governo fin troppo supino, debole  e compiacente.

Il quartiere di Massima ha già vissuto anni drammatici dovuti alla presenza della discarica di Malagrotta, della raffineria e dell’inceneritore e ancora attende la riqualificazione ambientale più volte promessa dalla Regione Lazio e mai iniziata.

Convive con il disagio del campo rom abusivo della Monachina, tristemente noto per i roghi tossici ed inoltre mancano molti servizi di quartiere, un solo autobus e pochissimi servizi socio-educativi e come risposta a tutto questo gli regalano un centro di accoglienza.

E’ assurdo che il nostro Paese continui su questa strada, finanziando l’invasione del nostro territorio, per questo sono al fianco dei cittadini che sono scesi in strada per dire no al centro e per difendere il loro quartiere” conclude la nota.

Più informazioni su