Quantcast

Matone-Santori: faremo festa internazionale romanità antica

Roma – “Tra noi possiamo dircelo: i turisti che da tutto il mondo vengono a Roma riportano a casa, al massimo, dei selfie al Colosseo o in piazza San Pietro. Nulla o quasi potranno raccontare di aver appreso su come si viveva a Roma millenni fa, cosa si mangiava, come ci si vestiva, come ci si divertiva e addirittura quale cosmesi usavano le donne dell’epoca.”

“Abbiamo incontrato gli organizzatori del progetto ‘Roma victrix’ e abbiamo scoperto potenzialità enormi e idee fattibili per portare a Roma, una o due volte l’anno un evento di portata internazionale”. Così, in una nota, Simonetta Matone, candidata prosindaco e Fabrizio Santori, candidati entrambi consiglieri comunali nella lista della Lega.

“Un evento di risonanza mondiale articolato in una serie di rievocazioni storiche alle quali partecipare attivamente in modalità tattile che attraversa i luoghi della Roma Antica”, aggiungono.

“Ai tedeschi, come agli inglesi, ai francesi come ai russi e gli americani, usi costumi e tradizioni di quella Roma Caput Mundi, rappresentano argomenti di grande interesse. Insomma una Festa internazionale della Romanità, proprio a Roma, senza doversi scomodare per raggiungere Nimes, in Francia, dove peraltro, è confermato, non c’è’ il Colosseo”.