RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Mattarella: Bombardamento San Lorenzo simbolo sofferenza guerra

Roma – Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Presidente dell’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, Giuseppe Castronovo, il seguente messaggio: “Il tragico bombardamento di Roma, che cosi’ tante vite spezzo’ in quel 19 luglio di 75 anni fa, e’ iscritto a caratteri indelebili nella nostra storia nazionale e nella vita della citta’ e ancora oggi costituisce un simbolo delle sofferenze recate dalla guerra”.

“Fu il primo bombardamento della capitale da parte delle forze militari alleate. Il quartiere di San Lorenzo venne colpito e devastato, ma anche altre zone di Roma subirono pesanti perdite umane, tra le quali molti bambini. Nelle nostre coscienze resta un monito, dal quale non puo’ che scaturire un impegno condiviso. Mai piu’ guerre. Mai piu’ dittature e regimi liberticidi che innescano inesorabilmente conflitti, violenze, sopraffazioni”.

“Il percorso di liberazione compiuto dal popolo italiano e’ stato pagato con un alto prezzo di sangue e di dolore. Ma ci ha consegnato valori universali e perenni, che le generazioni piu’ anziane hanno il dovere di trasmettere ai piu’ giovani. L’Italia ha avuto il suo secondo Risorgimento, che ha preso forma nella Costituzione repubblicana e nei principi democratici radicati sui diritti inviolabili dell’uomo”.

“Per giungere a questo storico traguardo, il Paese ha toccato con mano quanto sia essenziale l’unita’ del suo popolo, resa possibile dalla consapevolezza del bene comune. La democrazia ha portato decenni di pace, anche perche’ e’ riuscita a poggiare le proprie basi sulle fondamenta della costruzione europea. Quell’Europa, le cui divisioni furono all’origine della catastrofe bellica, e’ divenuta pur nella sua incompiutezza vettore di convivenza, di sviluppo economico, di crescita civile”.

“Questo e’ il messaggio che viene dalla memoria di un evento cosi’ drammatico e doloroso. Per questa ragione desidero esprimere i miei sentimenti di apprezzamento agli organizzatori della mostra documentaria sul bombardamento di San Lorenzo, e la mia personale gratitudine all’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, che significativamente celebra proprio oggi il 75esimo della sua costituzione”.