Quantcast

Mattarella: rimuovere precarietà, ricostruzione Amatrice è necessaria foto

Amatrice (Ri) – “Le scuole vengono inaugurate dagli studenti quando entrano e iniziano a frequentarle, questa scuola e’ un grande traguardo e un grande risultato. Voglio ringraziare il mondo della scuola di Amatrice perche’ anche nei giorni successivi la scuola non si e’ interrotta, in quel settembre del 2016 l’allora preside e i docenti, con grande e generoso impegno, non hanno interrotto il servizio scolastico”.
Sono le parole del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha inaugurato, formalmente oggi, il polo scolastico Romolo Capranica di Amatrice.
“Il sogno della realta’ concreta della ricostruzione di cui ha parlato Silvia (studentessa intervenuta durante la cerimonia, ndr) non si esaurisce pero’ nella scuola- ha ribadito il presidente- deve procedere in tutti i suoi versanti: le abitazioni private, i beni culturali e di culto, le strutture per restituire vitalita’ piena, per rimuovere il senso di precarieta’”.
“Questo vale per tutti i territori colpiti dal terremoto, per questa grande fascia che attraversa l’Italia- ha sottolineato Mattarella- occorre un grande impegno e qui si gioca il futuro dell’Italia, un impegno che va tradotto in pratica perche’ si tratta delle nostre aree interne, preziose ed essenziali”.