Maximo apre per Black Friday, ma piazza conclusa tra due anni

Roma – Il centro commerciale Maximo sulla via Laurentina aprira’ domani, giusto in tempo per il tanto atteso ‘black friday’ 2020. Ma per vedere completata la grande piazza ad esso collegato ci vorranno ancora due anni e mezzo. Un tempo simile a quello necessario all’inaugurazione della nuova sede del Municipio previsto nella convenzione urbanistica.

Queste le novita’ legate all’inaugurazione del gigantesco shooping center sulla Laurentina, una lunga storia iniziata nel 1997 con i primi progetti e che si e’ concretizzata con la convenzione urbanistica firmata nel 2008 e i lavori partiti nel 2010.

Quest’oggi a fare il punto sull’ultimo capitolo della storia, quello della sua inaugurazione, sono stati i responsabili del progetto, in particolare, Mirko Bertaccini, direttore finanziario di Parsec6, la societa’ che ha realizzato l’opera, e l’architetto Fabrizio Capolei.

Quando domani sara’ inaugurato, il centro commerciale si presentera’ come una grande “balenottera”, cosi’ e’ stato definito dai progettisti, contenente poco meno di 160 punti vendita, tra cui il tanto atteso Primark, primo negozio romano, per la verita’ unico a sud di Firenze, del colosso irlandese dell’abbigliamento giovanile.

E poi ecco una libreria Feltrinelli, nuovi punti vendita per H&M, Piazza Italia e OVS, il megastore sportivo Decathlon, quello dedicato all’elettronica Euronics e quello per l’arredamento Maison du monde, oltre ad un supermercato PAM di 4.700 metri quadrati.

Sara’ inaugurata anche una parte della piazza dedicata a Gabriella Ferri, un grande spazio racchiuso tra due ali dell’edificio, destinata a diventare grande, quando sara’ completata, come piazza del Popolo e dove potranno essere allestiti eventi e manifestazioni, dal mercatino di Natale alla pista di pattinaggio sul ghiaccio.

Su di essa, inoltre, si affacceranno alcuni negozi e diversi servizi per il quartiere, come una clinica medica, una veterinaria ed una odontoiatrica. Sempre all’interno hanno trovato posto una palestra Mc Fit, il primo spazio bowling di Roma sud (gli altri due sono entrambi a Roma nord) con 10 piste, un cinema Uci di ultima generazione con poltrone relax reclinabili e 38 tra ristoranti e bar.

“Progettare un centro commerciale e’ difficile, soprattutto in una citta’ come Roma in cui ci si potrebbe chiedere perche’ ci sia bisogno di un luogo simile con tanta bellezza all’aria aperta”, ha spiegato l’architetto Capolei.

“Per questo motivo abbiamo immaginato un luogo che non fosse solo uno shopping center ma che contenesse tanti altri spazi per lo svago o la ristorazione. Alcuni brand si trovano ovunque ma la differenza e’ l’atmosfera e le offerte extrashopping che possiamo respirare qui.”

“Maximo e’, quindi, un luogo dove passare tempo libero, magari facendo divertire i figli, realizzato pensando a percorsi interni che ricordassero i vicoli e gli slargi di una citta’ antica ma in chiave moderna, con la luce naturale che arriva dall’alto grazie ad una grande vetrata sul soffitto.”

“C’e’, quindi, una forte caratterizzazione degli spazi interni ma grande attenzione e’ stata dedicata anche al volume esterno. Maximo non e’ come altri centri commerciali che sono scatole amorfe”.

Bertaccini ha invece fatto il punto sulla situazione amministrativa dello shopping center. “Le critictia’ sono state superate- ha detto- Parsec6 ha sempre avuto un atteggiamento costruttivo e realizzato tutte le opere pubbliche in convenzione, dalla viabilita’ al parcheggio fino alla porzione di piazza sulla propria parte.”

“Non abbiamo potuto realizzare l’altra parte di piazza, circa un terzo per 5.000 metri quadrati, perche’ si tratta del comparto di un altro proprietario.”

“Per questo motivo si era creata un po’ di tensione con gli uffici del Comune che ci ha costretto a ricorrere al Tar. Questo ha poi emesso una sentenza che accoglieva le nostre doglianze, invitando le parti ad individuare una soluzione definitiva.”

“Quindi abbiamo risolto tutti i passaggi necessari per l’inaugurazione. Ma siamo cosi’ consapevoli dell’importanza dei cittadini che abbiamo deciso liberamente, e al di fuori della convenzione, di investire altri 2 milioni per opere che saranno realizzati nel quartiere”.

“Inoltre Parsec6, indipendentemente dagli impegni, realizzera’ la residua parte di piazza- ha concluso Bertaccini- Serviranno due anni e mezzo, forse tre, perche’ il solaio della paizza sara’ realizzato sopra la parte mancante di parcheggi interrati.”

“Realizzeremo anche la nuova sede del Municipio, che e’ gia’ appaltato. I lavori partirano subito, sulla base di progetti pronti entro le prossime settimane Siamo convinti che Maximo con la sua piazza diventera’ un centro pulsante non solo della zona ma, speriamo, di tutta Roma”.

Nel centro commerciale, il terzo per dimensioni a Roma con i suoi circa 65.000 metri quadrati, hanno trovato lavoro circa 1.500 persone che diventano 3.500 con l’indotto.

A regime si stimano 10 milioni di visitatori l’anno con 400 milioni di ricavi per gli esercenti. Al suo interno sono stati posati 500 chilometri di cavi elettrici, 12 di tubi di scarico, 11mila corpi illuminanti, 5.000 sensori d’emergenza, 36 impianti di risalita e 900 porte tagliafuoco.

Il parcheggio interrato potra’ ospitare 3.800 auto mentre quelo pubblico 300, tutti gratuiti. Presenti anche alcuni contapersone, utili in questa fase di emergenza Covid.