RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Meleo: entro 2 anni Congestion charge, chi inquina paga

Di seguito le parole di Linda Meleo, assessore alla Mobilità del Comune di Roma. "Voglio dare alcuni aggiornamenti su come sta procedendo l'iter per attuare il modello della Congestion charge, pensato per Roma.

Meleo:  obiettivo  ridurre la congestione, le emissioni inquinanti e tutelare zone di pregio

Roma – Di seguito le parole di Linda Meleo, assessore alla Mobilità del Comune di Roma. “Voglio dare alcuni aggiornamenti su come sta procedendo l’iter per attuare il modello della Congestion charge, pensato per Roma. Un intervento che razionalizzerà il traffico veicolare, ispirato al principio ‘Chi inquina paga’, già sperimentato in molte città come Londra. L’obiettivo è ridurre la congestione, le emissioni inquinanti e tutelare le zone di pregio”.

“Questo modello interesserà un’area corrispondente grosso modo l’anello ferroviario, in cui il passaggio dei veicoli più inquinanti sarà consentito solo con il pagamento di un ticket di ingresso- spiega-. Il provvedimento s’inserisce in un complesso d’iniziative che stiamo attuando per cambiare la mobilità su Roma, un ulteriore incentivo a utilizzare e a preferire il trasporto pubblico rispetto al mezzo privato. Dal potenziamento del servizio pubblico, con l’acquisto di 600 nuovi autobus, allo sviluppo di sistemi integrativi di mobilità, come il car sharing e il bike sharing. Oggi in Commissione Mobilità è stato dato parere favorevole alla delibera d’indirizzo, il prossimo passaggio sarà l’approvazione dell’Aula”.

“L’iter- ha concluso Meleo- è seguito passo dopo passo. Entro fine luglio sarà avviato uno studio di Roma servizi per la mobilità che servirà a individuare soluzioni per definire il percorso da attuare. Obiettivo è realizzare questo provvedimento entro due anni. Quest’orizzonte temporale richiede quindi un programma serrato e preciso proprio per lavorare sulla sua attuazione. Come sempre siamo fortemente impegnati nell’affrontare le sfide del presente per la salute dei cittadini e a favore della sostenibilità ambientale”.