Metro C piazza Venezia: progetto entro maggio

Roma – Prende forma la futura stazione ‘Venezia’ della linea C della Metropolitana di Roma, il cui progetto sara’ presentato al Mit tra circa tre mesi, entro maggio.

La fermata avra’ due uscite sicure, una a piazza Madonna del Loreto, che incorporera’ i resti dell’auditorium di Adriano, e l’altra all’angolo tra piazza Venezia e via del Plebiscito.

Una terza uscita potrebbe essere realizzata nei pressi di piazza San Marco, sotto cui nascera’ in futuro la stazione ‘Venezia’ della linea D. In piu’ sara’ realizzato un tunnel sotterraneo che colleghera’ Palazzo Venezia all’Altare della Patria passando in uno spazio espositivo.

A parlarne, questa mattina nel corso di una riunione della commissione Mobilita’ del Comune di Roma, e’ stato il responsabile del progetto per Roma Metropolitane, Andrea Sciotti.

“Le talpe ferme sotto via dei Fori- ha esordito- ripartiranno in tempi rapidi. Sono, invece, gia’ attualmente in corso le attivita’ di completamento delle indagini archeologiche per acquisire gli ultimi elementi sul definitivo di Venezia e le opere complementari. Al centro dell’aiuola centrale e’ allestito il campo prova per il congelamento del terreno. Entro maggio completeremo il progetto per la stazione e chiederemo il finanziamento all’interno del prossimo bando del Mit”.

Sciotti ha poi precisato alcune caratteristiche della futura stazione. “La prima uscita sara’ accanto all’auditorium di Adriano, che sara’ coperto e valorizzato. La seconda sara’ all’angolo tra Palazzo Venezia e via del Plebiscito. In piu’ la Soprintendenza ci ha chiesto un collegamento sotterraneo tra l’Altare della Patria e Palazzo Venezia. A livello -1 saranno realizzati spazi espositivi mentre l’atrio con i tornelli saranno a livello piu’ basso. Inoltre lavoreremo alla predisposizione con la linea D”.

In tal senso la novita’, ha aggiunto Sciotti, e’ “l’ipotesi di una terza uscita a piazza San Marco da cui si potra’ accedere alle due linee e anche al tunnel di collegamento tra i due musei”. Appena consegnato il progetto di ‘Venezia’ al Mit, nella seconda meta’ del 2020 e’ previsto invece l’approfondimento tecnico sulla T2, ovvero la tratta Venezia-Clodio della linea C.

“In estate- ha concluso Sciotti- si e’ conclusa la prima fase di project review con le attivita’ propedeutiche sulle diverse soluzioni costruttive delle stazione, a partire da Chiesa Nuova. Va ancora deciso se posizionarla li’ ma con una soluzione tecnologica differente o se spostarla verso piazza della Cancelleria e largo Argentina. Abbiamo definito con la Soprintendenza un nuovo piano di indagini archeologiche che costeranno 5-10 milioni. Inoltre e’ in corso la verifica del rapporto contrattuale con Metro C spa”.