Quantcast

MetroxRoma: cittadini hanno bisogno di linea E

Roma – “I cittadini hanno bisogno della Metro E, non di chiacchere”. Così, in una nota, i comitati cittadini MetroxRoma, Odissea Quotidiana e Salviamo la Metro C.

“La Roma-Lido è ormai in condizioni pietose, con pochissimi treni e un servizio in peggioramento costante da 8 anni- spiegano i comitati- La Regione Lazio sostiene che la soluzione a tutti i mali sia il subentro di Cotral ad ATAC, ma non spiega che il subentro non è nient’altro che l’acquisizione, da parte di Cotral, del ramo di azienda di ATAC che già oggi gestisce l’infrastruttura”.

“Non basta cambiare il nome del gestore per salvare la Roma-Lido- proseguono i comitati- la Regione Lazio e Roma Capitale si mettano d’accordo e adottino un programma comune di interventi, come ad esempio il recupero dei due treni fuori servizio da anni ma fondamentali, nell’ottica della trasformazione dell’infrastruttura nella Linea E della Metropolitana. Questo è quanto hanno chiesto i cittadini nel PUMS”.

“Non ci basta più lista della spesa annunciata a più riprese dalla Regione Lazio- si legge ancora- quando sono passati oltre 5 anni dallo stanziamento dei famosi 180 milioni. Ormai siamo fuori tempo massimo per evitare drastici impatti sul servizio. Ma soprattutto siamo di fronte ad un insieme scoordinato di attività non inserite, come invece potrebbero essere, in un processo coordinato di sviluppo e trasformazione della Roma Lido nella Metro E. Gli interventi annunciati non precludono la trasformazione della Roma-Lido in Linea E”.

“Non possiamo accettare, poi, questo continuo scaricabarile- concludono i comitati- La Regione Lazio se volesse potrebbe benissimo portare avanti la realizzazione della Linea E, come ad esempio ha fatto la Regione Campania con la linea metropolitana Piscinola-Aversa. Se il problema è la mancanza di progetti del Comune, la Giunta Zingaretti dimostri di essere migliore e non peggiore della Giunta Raggi. L’unica alternativa alla Metro E sono le dimissioni”.