Quantcast

Michetti: per imprenditori amministrazione non sia più ostacolo ma supporto

Roma – “L’amministrazione comunale deve smetterla di essere autoreferenziale. La mia amministrazione sarà predisposta all’ascolto e soprattutto sarà a supporto degli imprenditori e non di intralcio. È necessario semplificare.”

“La semplificazione si ottiene snellendo i regolamenti farraginosi e intervenendo su norme vetuste che risultano essere spesso contraddittorie. La digitalizzazione è inutile se non si ha lo scopo di snellire la macchina amministrativa e i relativi provvedimenti”. Così Enrico Michetti, candidato sindaco del centrodestra alle prossime elezioni amministrative capitoline, al confronto-dibattito organizzato dalla Cna di Roma, tenutosi oggi pomeriggio in diretta dalla sede romana della Confederazione e in live streaming.

“L’amministrazione- continua Michetti- deve essere al servizio degli imprenditori e i provvedimenti che emana devono essere logici e non separati dalla realtà. L’atto amministrativo, dunque, deve essere in linea con il contesto in cui opera il destinatario. Roma ha bisogno di avere una strategia per governare l’ordinario. Se un’amministrazione non ha visione lo sviluppo della città continuerà a essere ritardato”.

“Un’amministrazione comunale- afferma- è forte se spalanca le finestre al mondo dell’impresa, mettendo da parte le ideologie. Una pubblica amministrazione deve confrontarsi con l’imprenditore, chiedendo in che modo potrebbe essergli utile. Se non ci sarà questo cambio di passo i progetti non vedranno mai la luce.”

“Da parte mia, se dovessi essere eletto, ci sarà sempre un grande interesse a collaborare con le categorie del mondo imprenditoriale, creando così una squadra di persone efficienti che renderanno possibile la realizzazione di un piano di crescita per Roma”.