Quantcast

Monopattini Bird a conquista periferie: da oggi non più solo centro

Roma – I monopattini elettrici alla conquista delle periferie e delle semiperiferie di Roma. Bird, azienda leader nel settore della micro-mobilità in sharing presente in oltre 250 città nel mondo e 13 in Italia, ha deciso di estendere la disponibilità del proprio servizio di monopattini a noleggio: non più solo Centro e Centro storico, da oggi i mezzi green a due ruote si troveranno anche nei quartieri di Monte Sacro, Talenti, Portuense, Ostiense, Garbatella, Eur, Roma 70, Ardeatino e Pigneto.

L’estensione del servizio nei nuovi quartieri periferici è stata annunciata oggi dai vertici di Bird insieme alla sindaca di Roma, Virginia Raggi e al vicesindaco con delega alla Città in movimento, Pietro Calabrese, nel piazzale alle spalle del capolinea Atac di largo Pugliese, a Talenti, nel III Municipio della Capitale.

Nel corso dell’evento Bird ha premiato l’utente più virtuoso nell’utilizzo della funzionalità community mode con 3 mesi di corse gratuite, un ragazzo romano di 16 anni. Bird opera sul territorio laziale da maggio 2020 con una flotta di 2.500 veicoli.

A poco più di un anno dal suo ingresso nella città di Roma, il servizio ha registrato oltre 700mila corse pari a 1,5 milioni di km, con una riduzione dell’impatto sull’ambiente pari a un risparmio di oltre 201 tonnellate di CO2. Il servizio entrerà a regime nelle nuove aree a partire da oggi.

All’interno di questi nuovi quartieri – e in alcune zone della città metropolitana in cui i monopattini Bird sono già disponibili – gli utenti beneficeranno di condizioni agevolate, tra cui la possibilità di sbloccare i mezzi gratuitamente (anziché a 1 euro) o di sottoscrivere formule di abbonamento a consumo e flat (giornaliero, settimanale o mensile) a tariffe vantaggiose.

I mezzi potranno essere noleggiati e rilasciati da tutti gli utenti a partire dai 14 anni di età – per i quali è prevista l’obbligatorietà del casco fino ai 18 anni – all’interno dei sei nuovi quartieri designati e per raggiungere il centro e le aree della città metropolitana in cui il servizio è già disponibile.

Per farlo sarà necessario scaricare e installare su smartphone (Android o Apple) l’app Bird, che permetterà di localizzare e prenotare il monopattino più vicino per un massimo di 30 minuti. Sarà possibile sbloccare il veicolo e avviare il noleggio inquadrando tramite app il QR code visualizzato sul monopattino selezionato. Per rilasciarlo a destinazione raggiunta, sarà infine sufficiente scattare una foto per dimostrarne il corretto posizionamento.

RAGGI: OLTRE 2,8 MLN CORSE IN UN ANNO, ROMANI HANNO CAPITO POTENZIALITÀ – “Bird aumenta il suo raggio d’azione anche in periferia, e secondo noi la risposta dei romani sarà positiva perché i dati di quest’ultimo anno dimostrano che mezzi di mobilità dolce e micro-mobilità per percorrere il cosiddetto ultimo miglio hanno riscontrato un grandissimo successo, con oltre 2,8 milioni di corse: vuol dire che romani e turisti apprezzano questo mezzo, lo utilizzano e ne hanno capito le potenzialità”, ha commentato Raggi.

Ora, ha aggiunto, “puntiamo sull’integrazione modale perché sappiamo che il monopattino non è fatto per le grandi distanze ma è utilissimo per i piccoli spostamenti senza dover prendere la macchina. Piano piano stiamo cambiando le nostre abitudini, e Roma è una delle prime città italiane a puntare in maniera così decisa sulla micro-mobilità elettrica: basti pensare che oggi operano in città 7 operatori, con un totale di 14mila mezzi”. Un nodo ancora irrisolto è però quello del ‘parcheggio selvaggio’ dei monopattini.

“Troppo spesso vengono lasciati dove non si dovrebbe- ha ammesso la sindaca- Abbiamo iniziato a creare stalli riservati per monopattini e bici elettriche, la sperimentazione sta andando bene e quindi estenderemo questo servizio.”

Nel frattempo Bird ha inventato un metodo secondo cui tutti gli utenti che vedono un monopattino parcheggiato in modo inappropriato o rotto possono fare una foto e mandare una segnalazione all’azienda, che in questo modo è come se avesse tante antenne sul territorio: gli utenti più virtuosi verranno poi premiati con tre mesi di utilizzo gratuito. Facciamo squadra con Bird e con gli utenti per un servizio migliore”.

L’app Bird consentirà infatti di contribuire a un uso responsabile del servizio e di prevenire eventuali atti vandalici e parcheggi inappropriati attraverso la modalità ‘Community Mode’: una funzionalità innovativa a disposizione degli utilizzatori del servizio e della cittadinanza capitolina in una prospettiva collaborativa e premiante per incentivare un utilizzo dei monopattini elettrici più rispettoso delle regole e del decoro delle vie cittadine.

BIRD: OFFRIAMO A ROMANI E TURISTI MAGGIORE CAPILLARITÀ PER CITTÀ PIÙ VIVIBILE – “Siamo entusiasti di rafforzare la nostra presenza sull’area metropolitana di Roma. Con questo ampliamento vogliamo offrire ai cittadini e ai turisti della Capitale una maggiore capillarità e integrazione degli spostamenti, soprattutto durante il periodo estivo e delle riaperture che siamo certi restituiranno a Roma il suo ruolo di capitale, anche turistica, per accogliere tutti i visitatori a vivere la bellezza e i monumenti della Città Eterna”, ha detto Cristina Donofrio, General Manager di Bird Italia.

“La nostra missione- ha spiegato- è aiutare a rendere le città più vivibili riducendo il traffico e le emissioni causate dalle auto. Siamo orgogliosi di poter dare il nostro contributo qui e di agevolare gli spostamenti verso e all’interno dei quartieri siti al di fuori del Centro storico, riducendo il loro impatto sull’ambiente con un servizio alternativo integrato e conveniente, sostenibile dal primo all’ultimo miglio”.

CALABRESE: RISPOSTA CONCRETA A CRESCENTE DOMANDA MOBILITÀ SOSTENIBILE – Soddisfatto il vicesindaco di Roma con delega alla Mobilità, Pietro Calabrese: “Lo sharing dei monopattini elettrici è un servizio utile e innovativo che gode del nostro più ampio sostegno. Siamo felici quindi che possa essere esteso a zone sempre più ampie della città dove può contribuire ad alleggerire il traffico e ridurre l’inquinamento ambientale. Diamo così una risposta concreta alla crescente domanda di mobilità attiva e sostenibile nella Capitale”, ha concluso.