Quantcast

Monte Carnevale, cittadini si rivolgono a Consiglio Stato

Roma – “L’individuazione di Monte Carnevale come nuova discarica di servizio di Roma e’ tutt’altro che una faccenda chiusa. I cittadini intendono impedire che venga costruita una discarica in un luogo idrogeologicamente inidoneo, vicino ad una area protetta, e alle abitazioni dei cittadini. Ebbene, i cittadini in data 04 maggio 2020, hanno proposto due nuove azioni. Con la prima azione i cittadini hanno chiesto al Consiglio di Stato di ottenere la sospensione della autorizzazione ad edificare la discarica (che era stata concessa e poi revocata dal Tar Lazio).”

“Sempre il 4 maggio 2020, gli stessi cittadini hanno chiesto al Tar Lazio la sospensione immediata del parere di compatibilita’ ambientale, affinche’ nel tempo necessario per la decisione del Consiglio di Stato, il sito venga comunque preservato: non e’ stata concessa l’immediata sospensione della VIA, ma l’udienza e’ stata fissata tra pochi giorni, il 26 maggio 2020. Da quanto descritto, la situazione e’ ampiamente fluida ed in rapida evoluzione: ma rimane fermo l’impegno dei cittadini per evitare l’aumento ingiustificato dello sfruttamento del territorio di una area che ha una altissima valenza naturalistica ambientale e che sta contribuendo al risanamento dell’intera Valle Galeria”. Cosi’ in un comunicato stampa l’associazione Raggio Verde.