RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Montesacro, ragazzo aggredito: “Non so se sono stati quelli di CasaPound” foto

Più informazioni su

«Avevo appena parcheggiato sotto casa quando ho sentito dei passi dietro di me. Mi sono girato e ho visto due persone con casco e passamontagna. Altri quattro aspettavano in motorino. Hanno provato a sfregiarmi con un collo di bottiglia e poi sono stato preso a calci e pugni». Ha ancora i segni sul naso Luca Blasi, il giovane di Horus project aggredito questa notte da sconosciuti a Montesacro. «Non so dire se sono stati quelli di Casapound – ha continuato – però il clima creato da loro da settimane nel quartiere fa sì che accadano queste cose». I centri sociali denunciano presunte «connivenze» del Comune con CasaPound e mostrano iniziative culturali, presentazioni di libri e convegni che riportano illogo del Campidoglio. «Qualcuno non vuole che nel municipio IV crescano attività dal basso come quella di Puzzle occupato da studenti e precari – ha detto Blasi – tutto è cominciato con l’occupazione di via Val d’Ala che ha portato tensione, continui controlli della polizia. Si tenta di avvalorare la tesi degli opposti estremismi». «Invece qui si tratta di chi lotta per la casa e contro la precarietà e chi invece – ha sottolineato Nunzio D’Erme di Action – per nascondere i fallimenti della giunta Alemanno mette in moto queste dinamiche». Oggi alle 18 in piazza Sempione si terrà un’assemblea pubblica dei centri sociali per discutere dell’accaduto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.