RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Morassut: vergogna Raggi e Salvini, forti coi deboli e deboli coi forti

Roma – “Se questa e’ la risposta alla interpellanza che ho rivolto al ministro degli Interni il 13 luglio in cui ho sollevato l’incivilta’ dei comportamenti comunali (incivilta’ confermata dalla Corte Europea), e’ una risposta barbara”. Lo scrive in una nota il deputato e membro della Direzione Nazionale del Partito Democratico, Roberto Morassut, in relazione allo sgombero del Camping River.

“La verita’- spiega Morassut- e’ che Salvini e’ la Raggi colpiscono i deboli e sono timidi e silenti coi forti. Il Ministero non ha mai risposto alle richieste di chiarimento sulla verifica dei traffici illeciti di materiali ferrosi, alla base dei roghi tossici. Col Ministro Minniti, grazie al lavoro della Commissione d’Inchiesta Parlamentare sulle Periferie, era iniziato un lavoro ma l’inerzia della Raggi (che ha perso migliaia di euro per i progetti di video sorveglianza) e la propaganda di Salvini hanno portato ad un’iniziativa che colpisce bambini, donne e anziani e non risolve nulla perche’ non c’e’ un piano di intervento serio che deve essere varato dal Comitato Metropolitano per Ordine e Sicurezza”.

“Il Ministro- continua il deputato dem- non colpisce i veri clan criminali presenti anche tra le famiglie Rom. I Casamonica e gli spada sono stati colpiti dalla Magistratura ma il ministro e la sindaca ancora non intervengono a Romanina per abbattere le opere abusive delle residenze che hanno mangiato illegalmente lo spazio pubblico. Solo una parola: vergogna”.