Quantcast

Morte operaio, Di Berardino: urge nuovo modello che tuteli sicurezza

Roma – “Dobbiamo cogliere l’occasione che può offrire il PNRR unitamente alle risorse dei fondi europei per ridefinire un nuovo modello di sviluppo ma anche per qualificare il mondo delle imprese e del lavoro così da poter parlare di lavoro dignitoso rilanciando l’importanza della sicurezza sul lavoro”. Così l’assessore al Lavoro e Nuovi Diritti della Regione Lazio, Claudio Di Berardino nel corso del Convegno organizzato dall’Inail dal titolo: ‘Ambienti di lavoro sani e sicuri. Alleggeriamo il carico con i robot!’.

“Le tante tecnologie fortemente innovative che si sono sviluppate nel corso degli ultimi anni- continua Di Berardino- possono essere un valido aiuto per lavoratori e imprese. Per diffondere la conoscenza di queste tecnologie lavoreremo con Unioncamere e Inail regionale.”

“Vogliamo mettere le aziende nelle condizioni di conoscere e usufruire di tutti gli strumenti delle nuove tecnologie e lavorare sempre più in sicurezza. Quello della salute e della sicurezza sul lavoro è un tema cardine dell’agenda politica regionale, a partire dalla prevenzione e su questo tema proponiamo una serie di interventi.”

“Innanzitutto, rafforzare la ‘contrattazione di anticipo’ in ogni azienda, con un incontro tra datore di lavoro e rappresentanti dei lavoratori sulla sicurezza per definire l’intero processo produttivo per la produzione del bene o del servizio.”

“Inoltre, riteniamo che un ruolo chiave possa essere svolto dalla promozione della formazione sulla sicurezza, rivolta sia ai datori di lavoro che ai lavoratori e ai loro rappresentanti, a partire dalle piccole e medie imprese”.

“Per diffondere la cultura della sicurezza- spiega l’assessore- bisogna partire dai giovani e dalle scuole, per questo in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale, stiamo valutando la possibilità di dedicare alcune ore di insegnamento a un tema così importante.”

“Infine, puntiamo alla costituzione di un Osservatorio sulla salute e sicurezza regionale con il compito di analizzare tutti gli incidenti e gli infortuni che si verificano nel nostro territorio al fine di mettere in campo azioni concrete per evitare che si ripetano”.

“Azioni come queste, per quanto di nostra competenza- conclude Di Berardino- appaiono ancora più urgenti da attuare alla luce di quanto avvenuto oggi a Roma con la morte di un operaio edile deceduto in piazzale Gregorio VII, in zona San Pietro. Alla famiglia esprimiamo le nostre condoglianze”. (Agenzia Dire)