MOVIDA, SANTORI: “NO A PERDITE DI TEMPO. SERVE AGIRE”

Più informazioni su

    “Contro la cultura dello sballo e la movida selvaggia legata al consumo di alcol non ci devono essere ripensamenti, valutazioni e perdite di tempo, ma serve agire per tutelare la salute, la sicurezza e il diritto al sonno dei residenti. Non riconoscere la necessità di un provvedimento simile significherebbe che non si ha la piena consapevolezza della gravità del fenomeno che spesso sfocia in violenze, aggressioni, devastazioni della cosa pubblica, aspetti che non possono divenire un costume sociale o un attrattiva per i turisti”lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, Presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale, in merito alla sospensione da parte del Tar dell’ordinanza antialcol firmata dal primo cittadino.

    “La Commissione sicurezza di Roma Capitale ha più volte ribadito al Sindaco Alemanno e all’assemblea capitolina la necessità di usare tutti gli strumenti ordinari, così come disposto dal Tar, per arginare questa vera e propria piaga, avanzando anche  proposte presentate dai residenti, associazioni e comitati di quartiere del centro storico e altre concertate con le forze dell’ordine, al fine di adeguare le regole della movida a quelle  di altre città europee. Ora serve  vincere con un ricorso al Consiglio di Stato e sbloccare la delibera della quale sono primo firmatario, già approvata nei municipi che vivono queste criticità, affinché il divieto di consumo di bevande alcoliche in strada possa essere inserito all’interno del Regolamento di Polizia urbana di Roma Capitale. Come al solito sono ridicole le pretestuose polemiche dell’opposizione, che non solo si contraddice tra gli stessi esponenti in città, ma non considera quanto è già disposto da altre amministrazioni  governate dal loro stesso colore politico” – conclude Santori.

     

    Più informazioni su