Quantcast

Multiservizi, Civica: d’accordo con sciopero, licenziamenti vigliaccata del Comune

Roma – Anche la Uil e’ pronta a scioperare sui 260 licenziamenti che stanno interessando i lavoratori del raggruppamento temporaneo di impresa guidato da Roma Multiservizi (partecipata al 50% dalla municipalizzata Ama), impegnati in una parte dell’appalto della raccolta differenziata nelle utenze non domestiche della Capitale.

“Personalmente non ho dubbi se i lavoratori dichiareranno le sciopero e’ perche’ c’e’ una lesione dei diritti fondamentali. E’ come se uno volesse pendere a schiaffi un altro legandogli anche le mani”, ha detto il segretario generale della Uil di Roma e Lazio, Alberto Civica, all’agenzia Dire.

“Questo atteggiamento del Comune e’ una vigliaccata. Perche’ il Comune, che ha all’interno delle forze politiche che avevano accusato il sindacato di essere connivente con non si sa chi perche’ si facevano le proroghe degli appalti, ci ha messo quattro anni per tirare fuori un appalto problematico, ha fatto una serie di proroghe e decide di creare il problema proprio adesso, cercando vigliaccamente di prendere i lavoratori in questo momento di debolezza.”

“E’ un atteggiamento che va condannato senza se e senza ma. Alcuni lavoratori che hanno detto che forzeranno le norme sanitarie e manifesteranno: questo e’ il livello al quale ci ha portato questa gestione del Comune di Roma”. Secondo Civica il responsabile (anche) di questa vicenda e’ l’assessore capirli o al Bilancio: “Se un assessore non di secondo piano come Lemmetti dice di essere tatcheriano e poi vedo questo tipo di comportamenti, capisco chi sta governando in realta’ il Comune di Roma”.