Quantcast

Multiservizi: garantiti oltre tremila operatori in 536 edifici scolastici

Più informazioni su

Roma – Durante un anno complesso, segnato da aperture e chiusure a causa del Covid, Roma Multiservizi ha garantito il funzionamento dei nidi e delle scuole dell’infanzia di Roma Capitale. Con oltre 1.500.000 ore di lavoro in un anno, gli operatori di RomaMultiservizi hanno prestato assistenza alle attività didattiche nelle scuole di tutti i Municipi della Capitale, dedicandosi al trasporto scolastico riservato ai bambini con disabilità, normodotati, sinti, rom e camminanti su più di 389 linee autobus.

L’azienda opera quotidianamente in 536 strutture scolastiche, di cui 210 nidi e 326 scuole d’infanzia, che complessivamente accolgono circa 25mila bambini. Numeri, cifre e analisi di queste attività sono contenuti nel bilancio sociale approvato dall’assemblea degli azionisti di Roma Multiservizi, azienda capitolina che opera nei servizi integrati per la città, controllata al 51% da Ama e al 49% da Rekeep.

Il bilancio sociale è stato intitolato ‘Eroi normali’ proprio a testimonianza del lavoro quotidiano e implacabile degli operatori, che si è rivelato determinante per milioni di famiglie. L’ottimo stato di salute di Roma Multiservizi era già stato certificato nei giorni scorsi con l’approvazione del bilancio aziendale con un fatturato pari a 59 milioni di euro, con un Ebit di 830mila euro e un risultato netto pari a 350mila euro.

Le attività dei circa 3mila operatori di Roma Multiservizi non si sono mai fermate, nemmeno durante i periodi di chiusura delle scuole. Gli interventi effettuati, necessariamente rimodulati alla luce dei protocolli obbligatori nell’ottica della prevenzione del contagio, hanno riguardato in particolare attività periodiche di pulizia con disinfezione di superfici, pavimenti, ambienti, rilevazione della temperatura degli operatori, dei bambini e degli accompagnatori che accedono nelle strutture scolastiche, attività di sanificazione delle mani e delle aree di cambio indumenti (scarpe, grembiuli). Le ore di lavoro si sono sviluppate per il 61,9% in servizi alla persona, 31,8% in pulizia civile e industriale, 3,5% in aree verdi, 2,9% in raccolta differenziata.

“Il racconto dell’impegno sociale della Roma Multiservizi si è sviluppato sulla base di numerose realtà e iniziative: le storie di migranti che hanno trovato la loro casa lavorando in Roma Multiservizi, la collaborazione con l’Istituto Leonarda Vaccari e dei suoi ospiti con disabilità, la capacità di un team di dipendenti e manager storici di conservare la rotta in tempi bui. ”

“Bisogna infatti sottolineare come l’azienda si sia subito mostrata reattiva alle radicali trasformazioni innescate dalla crisi pandemica, allineandosi prontamente ai nuovi fabbisogni soprattutto per quanto riguarda gli interventi di sanificazione, pulizia, igienizzazione. Qualità e quantità delle prestazioni erogate sono rimaste inalterate nonostante le enormi difficoltà. Mantenere gli stessi livelli di produzione, nello scenario attuale, ha rappresentato un traguardo enorme”, spiega il Presidente di Roma Multiservizi Vincenzo Iannucci.

Lo sforzo di Roma Multiservizi per garantire i più alti livelli di sicurezza ai propri dipendenti e per gli utenti degli spazi pubblici ha comportato un aumento considerevole dei costi per l’acquisto dei dispositivi di sicurezza personale e per l’organizzazione e promozione di campagne di screening attraverso i test sierologici.

In stretto contatto con la “comunità della scuola”, l’azienda ha svolto un’importante funzione di raccordo con i dirigenti dei nidi e delle materne nel servizio di prevenzione e contact tracing. Oltre il 71% del personale di Roma Multiservizi è composto da donne, 1978 tra manager e operatrici che ogni giorni si dedicano con attenzione e professionalità alla cura delle persone e degli ambienti.

Uno dei pilastri dell’azienda è costituito dalla formazione: nel corso dell’anno 2020, nonostante la pandemia, sono state portate a termine importanti sessioni formative che hanno previsto il coinvolgimento di 2.064 partecipanti per un numero complessivo di ore pari a 9.134.

L’organizzazione del lavoro e la capillarità della presenza sul territorio – nell’ambito di tutti i Municipi della Capitale – consentono ai lavoratori di Roma Multiservizi di coprire nell’arco delle 24 ore una serie di servizi fondamentali per la città.

Nello specifico si tratta di: assistenza al trasporto scolastico; raccolta e trasporto di rifiuti; servizi di pulizia civile e industriale; manutenzione aree verdi; derattizzazione, disinfestazione e sanificazione; supporto alle attività scolastiche di tipo non didattico; manutenzione edile ordinaria e impianti elettrici; facchinaggio; attività di centralino; data entry; portierato e reception; presidio e custodia; ristorazione.

Più informazioni su