RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Multiservizi, sit-in lavoratori Und: rischiano licenziamento in 200

Roma – Decine di lavoratori della Roma Multiservizi legati all’appalto utenze non domestiche (Und) stanno protestando in piazza del Campidoglio dopo la decisione dell’azienda partecipata di secondo livello di Roma Capitale di aprire una procedura di licenziamento collettivo per 200 addetti.

“Siamo qui per l’ennesima volta perche’ inspiegabilmente la Roma Multiservizi ha aperto una procedura di licenziamento per 200 lavoratori delle Und. È assurdo perche’ siamo in continuita’ di appalto, Ama ha chiesto la proroga e l’azienda invece ha aperto la procedura”, ha spiegato Natale Di Cola, della segreteria della Cgil di Roma e del Lazio. “Siamo in Campidoglio per chiedere il rispetto dell’impegno preso dalla sindaca Raggi che non ci sarebbero stati licenziamenti nelle partecipate- ha sottolineato il sindacalista- Non vorremmo che questa vicenda fosse legata ad altri contenziosi tra il Comune e la Multiservizi, come la gara per il global service”.

Domattina, ha aggiunto il sindacalista, “avremo un incontro in cui chiederemo ancora una volta il ritiro della gara global e la gestione diretta del servizio. Oggi e’ solo la prima iniziativa, da ora partira’ il confronto: ci vogliono circa 70-90 giorni per concludere una procedura come questa, ma di sicuro non aiuta lavoratori gia’ in fibrillazione che da tanti anni svolgono il loro prezioso lavoro all’interno delle Und e Ama non puo’ farne a meno. Il Comune revochi i licenziamenti e l’azienda pubblichi subito la gara affinche’ non si arrivi a una nuova mobilitazione: non siano di nuovo lavoratori e cittadini a dover pagare gli errori del Comune e delle partecipate”, ha concluso Di Cola.