Municipio I: Ripetta, contro violenza 1600 coperte colorate foto

Roma – Domenica 8 marzo, in occasione della festa della donna, via Ripetta si colorera’ con migliaia di coperte colorate fatte a mano e cucite insieme a rivestire in modo simbolico le strade come simbolo della lotta alla violenza di genere. Si chiama ‘Viva Vittoria!’ ed e’ il progetto dell’omonima associazione e della ong Differenza Donna presentato stamattina nella sede del I Municipio di Roma, a circonvallazione Trionfale, insieme alla presidente del Municipio, Sabrina Alfonsi.

Promosso nella Capitale dall’amministrazione municipale, il progetto Viva Vittoria nasce a Brescia nel 2015 per poi coinvolgere numerose citta’ fino ad arrivare quest’anno a Roma: dalle 8 del mattino fino al tramonto, domenica oltre 1.600 coperte tessute con cura e solidarieta’ da tanti uomini e donne rivestiranno via Ripetta e largo San Rocco. Un lavoro realizzato con la collaborazione di Testeinsu, Tracce, Associazione per la cultura e l’informazione, FederTrek, Centro dei servizi per il Volontariato e il contributo di Capgemini, che ha voluto sostenere questo progetto di solidarieta’.

Con la vendita delle coperte verranno finanziati due progetti, quello di Differenza Donna diretto alle donne con disabilita’ vittime di violenza non riconosciute come attendibili dai giudici e quindi escluse dai programmi di sostegno dello Stato, e quello della Casa della Misericordia a Sant’Eustachio per realizzare un ‘centro beauty’ in cui le donne senza fissa dimora potranno trovare parrucchiere, pedicure, ginecologo e una lavanderia.

Sempre per l’8 marzo, inoltre, FederTrek organizzera’ due percorsi di UrbanTrek, uno con partenza da Circo Massimo legato alle figure femminili che hanno fatto la storia di Roma, l’altro dalla stazione de La Storta e dedicato a Nilde Iotti: entrambi arriveranno a via Ripetta, luogo dell’installazione di Viva Vittoria.

Per la minisindaca Alfonsi si tratta di “un progetto talmente meraviglioso che nei territori gia’ comincia a essere imitato e di questo siamo orgogliosi. È una catena di solidarieta’ e di donne che insieme hanno trovato la lana e hanno prodotto questi quadrati: ringrazio tutte le donne e i nostri tre centri anziani Esquilino, Castro Pretorio e San Saba e anche il centro antiviolenza del Municipio. I ricavati andranno a iniziative a sostegno delle donne e a un progetto specifico contro la violenza”. Inoltre, ha assicurato la presidente, “l’iniziativa all’aperto rispettera’ tutte le misure di sicurezza, venite a festeggiare l’8 marzo con noi in maniera diversa”.

Sara Lilli, consigliera del I Municipio, promotrice del progetto a Roma, ha spiegato l’impegno dell’amministrazione “per raccontare l’impegno delle donne per le donne. Questi lavori sono realizzati da laboratori in tutta Italia, in particolare a Roma e provincia, da associazioni e centri anziani e poi assemblati e cuciti insieme da Viva Vittoria, che ha un laboratorio anche qui al quinto piano della sede del Municipio. Noi come amministrazione abbiamo creduto da subito in questo progetto e ora siamo co-organizzatori, domenica saremo tutti a via Ripetta.

Il progetto- ha sottolineato Lilli- ha superato le aspettative, e questo e’ molto bello in un periodo in cui abbiamo davvero bisogno di sentirci vicini e fare comunita’”.

“L’8 marzo arrivera’ a Roma per la prima volta, dopo tante citta’ italiane, Viva Vittoria. Via di Ripetta sara colorata dall’installazione di oltre 1.500 coperte di lana realizzate da oltre 38 laboratori a Roma e provincia che ha visto donne, associazioni e centro anziani coinvolti in prima persona”, ha spiegato Maria Barbino, Associazione Viva Vittoria. “Quadrati di lana arrivati da 58 citta’ italiane, circa 9000 gia’ pervenuti e assemblati. Il ricavato delle coperte sara’ a sostegno di progetti per le donne della ong Differenza Donna e le opere della Casa della Misericordia. Siamo molto emozionati- ha aggiunto Barbino- Ogni giorno ci sorprende di piu’ l’eco che questo evento sta muovendo nella citta’: voglia di partecipare, di fare la propria parte come donne e per le donne in difficolta’. Questo e’ il senso di Viva Vittoria”.

“L’iniziativa, nella quale Viva Vittoria ci ha volute beneficiarie, rappresenta simbolicamente proprio il nostro modo di operare contro la violenza maschile contro le donne: un lavoro di squadra, appassionato e instancabile, con tante mani e tanti saperi che creano, con il proprio impegno, tasselli di una societa’ libera da abusi e prevaricazioni”, ha dichiarato Elisa Ercoli, presidente di Differenza Donna Ong. “Voglio ringraziare tutte le donne e gli uomini di Viva Vittoria per la loro vicinanza, il Municipio I per il patrocinio e ogni cittadino e cittadino che vorra’ contribuire al successo dell’iniziativa.

Siamo fiere di poter dire che ogni euro che riceveremo sara’ messo a disposizione delle donne in uscita dalla violenza e dei loro figli e che dalla stima e dalla fiducia di Viva Vittoria trarremo forza ed energia per essere ogni giorno sempre piu’ indomabili contro la violenza”.
“FederTrek – Escursionismo e Ambiente e’ una federazione di associazioni che si occupano principalmente di escursionismo, ma il nostro obiettivo e’ quelle di attribuire a queste attivita’ una connotazione culturale, sempre attenti alle tematiche ambientali e sociali”, ha detto Alessandro Piazzi, vicepresidente nazionale FederTrek – Escursionismo e Ambiente, associazione che l’8 marzo sara’ presente anche con due percorsi di UrbanTrek.

“Abbiamo sposato con entusiasmo il progetto presentatoci da Testeinsu in quanto pienamente in linea con i grandi temi etici e sociali che sono nelle nostre corde e che animano le nostre attivita’. Abbiamo coinvolto i nostri soci nel produrre quadrati e constatare che migliaia di donne e uomini hanno confezionato migliaia di coperte ci riempie di una grande gioia”.