Quantcast

Municipio II, Fabiano: decentramento unica salvezza per città

Più informazioni su

Roma – “Siamo arrivati al dunque. Sono passati altri cinque anni e a Roma, ancora, non e’ stato attuato un reale decentramento amministrativo. Roma ha bisogno di essere riconosciuta come Capitale ed essere messa nelle condizioni strutturali di poter operare come tale. Questo significa fondi strutturali da destinare al patrimonio storico e ambientale, alle strade, ai suoi rifiuti e ai servizi sociali.”

“A Roma ci sono quindici citta’ nella citta’, equivalenti ad alcune tra le piu’ grandi d’Italia: i Municipi. Questi non hanno mai avuto una propria governance, vivono di un bilancio derivato dall’Amministrazione centrale che ne definisce priorita’ e destinazioni, e operano con poteri ridotti praticamente su ogni funzione amministrativa.”

“E se nelle altre citta’ i cittadini vedono nel Sindaco il proprio punto di riferimento per chiedere interventi e miglioramenti, a Roma non soltanto il Sindaco e’ diventato irraggiungibile ma per di piu’ scarica sui Municipi responsabilita’ e funzioni che non sono a loro pienamente decentrati.”

“Non e’ piu’ possibile prorogare un reale decentramento di funzioni verso i Municipi: una riforma del sistema-Roma e’ l’unico vero argomento su cui chi vuole governare Roma si deve schierare in modo chiaro e determinante”. Cosi’ in un comunicato l’assessore all’Ambiente, Decoro, Verde Pubblico e Sport Rosario Fabiano.

Più informazioni su