Municipio III, Caudo inaugura biblioteca Troiano

Roma – Una piccola ma preziosa biblioteca, arricchita da una sezione sui film davvero impressionante, nel cuore della sede del III Municipio, a piazza Sempione. E’ quanto e’ stato inaugurato questa mattina dal presidente del III Municipio, Giovanni Caudo.

Il nuovo spazio dedicato alla lettura e alla cinematografia, con tanto di saletta dotata di uno schermo per poter visionare i film, e’ stato intitolato alla memoria di Francesco Troiano, critico cinematografo de l’Espresso scomparso prematuramente recentemente.

Ma non e’ tutto: tutti i libri e i dvd della collezione, infatti, appartenevano allo stesso Troiano e sono quindi il frutto di una donazione del padre 96enne Moise, presente oggi all’inaugurazione insieme all’assessore municipale alla Cultura, Christian Raimo, e alla direttrice dell’Istituzione Sistema Biblioteche di Roma e centri culturali, Mariarosaria Senofonte.

“Oggi e’ un giorno di grande soddisfazione- ha commentato Caudo inaugurando la biblioteca- il nostro obiettivo e’ trasformare i locali chiusi del Municipio in spazi aperti al pubblico. A partire dal piano terra, perche’ cosi’ era quando fu costruito l’edificio, visto che proprio al piano terra era presente un mercato.”

“Il primo passo e’ questa nuova biblioteca. Questo importante patrimonio culturale ci e’ stato donato dopo la morte di Francesco Troiano e noi siamo stati felici di aver fatto tutto quello che potevamo fare per accogliere la proposta del padre Moise.”

“Abbiamo individuato questo spazio abbastanza velocemente e lo abbiamo allestito. Questa biblioteca diventera’ a brevissimo un punto di lettura e prestito, un vero e proprio piccolo centro culturale nel Municipio. Il modo migliore per ricordare, nella tragedia, Francesco”.

Il nuovo spazio del Municipio rientrera’ nel circuito delle Biblioteche di Roma, che a breve si occupera’ della catalogazione di tutti i volumi, tra cui spiccano libri rari e molta letteratura angloamericana, e poi dell’individuazione di personale per la gestione della biblioteca, da reclutare nell’ambito del servizio civile.

“Il fatto che un cittadino storico del quartiere decida di donare al Municipio, ovvero ad uno spazio pubblico, questo patrominio culturale e di ricerca- ha aggiunto Raimo- e il fatto che le Biblioteche di Roma ci diano la possibilita’ di connettere questo spazio con il resto del sistema, sono l’esempio di quello che per me dovrebbe essere una citta’.”

“Qui si e’ creata una comunita’ vera. I film e i dvd di questa collezione, tra l’altro, sono stati scelti da Troiano con grande cura e con un obiettivo di studio. E’ bellissimo e fondamentale, quindi, avere creato proprio nel Municipio una biblioteca, un luogo dove si puo’ studiare o venire qui per leggere e avere delle idee per la citta’”.