RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Municipio III. Caudo-Romano: chiusura centro Alzheimer

“Hanno giocato sulla pelle delle famiglie e dei loro cari! Nella Commissione Capitolina Trasparenza, il Dipartimento politiche sociali e l’Assessorato di Roma capitale avevano assicurato alle famiglie per convincerle ad aderire al trasferimento dei loro familiari malati di Alzheimer dal Centro Diurno Isola Madre al Centro Alzheimer S. Eufemia nel Municipio II: il trasporto e pur nell’inserimento graduale degli ospiti la frequenza di tre giorni per un totale di 9 ore settimanali, fino ad arrivare al tempo pieno; tutto cio’ e’ stato ribadito in una comunicazione inviata alle famiglie il 28 set alle 8.38 con la richiesta di accettare il trasferimento e sciogliere la riserva manifestata dalle famiglie entro le 17.00 della stessa giornata”.

Lo dicono in una nota Giovanni Caudo, presidente III Municipio, e Maria Romano, assessore municipale alle Politiche sociali.

“Tutto cio’ purtroppo era solo un’illusione. Alle ore 20’41 della stessa giornata, dopo aver ottenuto la loro adesione, veniva comunicato alle famiglie che dopo un incontro , in cui il nostro Municipio non era stato convocato, stante il funzionamento del Centro S. Eufemia e la dotazione di personale a disposizione, l’inserimento poteva essere previsto solo per due giorni e per due ore al giorno e con l’obbligo per il familiare di accompagnare il parente malato per tutta la durata , non prevedibile, dell’inserimento.

Ci chiediamo come mai il Dipartimento e l’ Assessorato non hanno appurato prima l’effettiva disponibilita’ operativa del Centro S Eufemia ad accogliere i pazienti del Municipio III, perche’ hanno promesso la continuita’ assistenziale e il trasporto alle famiglie quando sapevano che non avrebbero potuto garantirlo? Non si gioca con le famiglie, non e’ giusto ne’ responsabile”.