Quantcast

Municipio III, Fabiano: Roma città sporca, non servono proclami ma interventi

Roma – “I cittadini tornano ad abitare la citta’. E la citta’, con le sue strade, i suoi negozi e i suoi giardini piombano nuovamente in una condizione disastrosa sul piano della pulizia e dei rifiuti. Vogliamo essere chiari: non accettiamo nessun scarico di responsabilita’ sui pochi lavoratori che vengono preposti alla raccolta su strada.”

“La responsabilita’ e’, infatti, soltanto quella dell’Amministrazione comunale. Quest’ultima ha avuto tutto il tempo a disposizione per prepararsi e tutte le indicazioni sulle lacune e le difficolta’ operative dei servizi. Eppure nulla e’ stato fatto. Nei fine settimana i luoghi piu’ frequentati della citta’ non vengono puliti: solo nel nostro territorio Porta Pia, il quartiere San Lorenzo, piazza Caprera, piazza Mancini, piazza Bologna e quartiere Flaminio sono tornati ad essere un tappeto di rifiuti.”

“Le aree verdi del Municipio Roma II versano in condizioni ancora peggiori in quanto le unita’ preposte non effettuano neppure gli interventi puntuali di pulizia.”

“Nel frattempo in AMA continuano i pensionamenti senza sopperire con nuove assunzioni e il Servizio Giardini resta notoriamente privo delle risorse umane e di mezzi per una corretta gestione dei giardini e dei parchi cittadini.”

“Si tratta di servizi dovuti che e’ necessario garantire alla cittadinanza. Questa Amministrazione non riesce a fare considerazioni minime relativamente alla gestione ordinaria e straordinaria degli spazi pubblici.”

“Com’e’ possibile non considerare un rafforzamento dei servizi di pulizia nei fine settimana? Dove sono finiti i concorsi per l’assunzione del personale preposto all’operativita’ di questi servizi? Dove sono i mezzi meccanici, i cassonetti e i cestini nuovi? Rivendico ed esigo il rispetto dovuto al nostro Municipio, crocevia importante a livello cittadino per la presenza di grandi istituzioni, Universita’, snodi di transito, Ospedali, punti di ritrovo, ville e parchi.”

“È nostra responsabilita’ denunciare questa situazione, per dovere istituzionale e per necessita’ diretta in quanto tutte le inadempienze dell’Amministrazione capitolina si riversano sul nostro quotidiano, vanificando i nostri sforzi.”

“Mentre la Sindaca quotidianamente da’ la caccia mediatica agli “zozzoni”, dimentica di garantire i servizi minimi per assicurare una citta’ dignitosa ai propri cittadini. L’unico atto promosso e’ stata l’approvazione di un regolamento che, senza uomini e mezzi, e’ solo carta straccia”. Cosi’ in una nota l’Assessore all’Ambiente, Verde e Sport del Municipio Roma II Rosario Fabiano.